Cupra Marittima, un presepe da non perdere

di Antonio De Signoribus

CUPRA MARITTIMA – Il Presepio poliscenico “Paolo Fontana” di Cupra Marittima, ubicato della chiesa della S.S.Annunziata costruita nel 1512, sita nel cuore dell’antico borgo medioevale di Marano, è stato inserito tra i migliori 120 presepi artistici d’Italia, da un’indagine nazionale effettuata dal prestigioso quotidiano economico “Il Sole 24 Ore”. Un bel riconoscimento, non c’è che dire. E non poteva essere altrimenti.

Il presepio è davvero interessante. E’composto da artistici diorami riguardanti i momenti più salienti della vita di Gesù Cristo. Le statuine originali,di 20 centimetri, sono modellate in terracotta da artisti spagnoli di fama internazionale presenti in Italia in pochi presepi. Le piante originali provengono, anch’esse, dalla Spagna e sono realizzate in piombo o terracotta. Le ambientazioni e gli sfondi sono in gesso lavorato dagli organizzatori secondo la scuola dei maestri presepisti Catalani.

Seguendo, infatti,  la tecnica della scuola catalana è stato ridotto al minimo l’uso del muschio e dei movimenti, privilegiando, invece, l’utilizzo del gesso e la cura dei dettagli,che risulta minuziosissima. Davvero. Il tutto, di una bellezza unica,incredibile,si svolge su novanta metri quadrati di superficie, che si percorrono con molta attenzione e piacere misto a spiritualità.

È indispensabile un po’di storia. Ma come nacque il presepio? Tutto cominciò a Greccio, località presso Rieti, nel lontano 1223.Fu San Francesco d’Assisi a rappresentare il mistero della nascita di Gesù per incitare al fervore gli abitanti di quella campagna. D’allora, si universalizzò il costume di rappresentare con il presepio la nascita di Gesù. La rappresentazione pittorica, e soprattutto plastica  della scena del presepio è, dunque, di origine italiana.

Il presepio poliscenico di Cupra Marittima, assolutamente  da non perdere, si potrà visitare tutti i giorni, da Natale all’Epifania e tutte le domeniche di gennaio. L’organizzazione è anche disponibile ad aperture alternative a gruppi o a scolaresche.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...