Dal 14 al 16 ottobre a San Benedetto tornano le regate dell’Italia Cup Ilca. Circolo Nautico Sambenedettese: sono attese oltre 250 imbarcazioni e 500 presenze complessive

SAN BENEDETTO –  Al Circolo Nautico Sambenedettese sono in moto da un pezzo, per l’organizzazione dell’ultima tappa dell’Italia Cup, regata velica nazionale delle classi Ilca, che si svolgerà nelle acque antistanti la darsena turistica rivierasca, da venerdì 14 a domenica 16 ottobre.

 

L’evento di portata nazionale, che conta oltre 250 imbarcazioni attese e oltre 500 presenze, tra atleti, allenatori ed accompagnatori, provenienti da tutta Italia, è stato presentato nella sala soci del Circolo Nautico Sambenedettese, dove il maestro di cerimonia Manrico Urbani ha ricordato che la competizione gode del patrocinio del Comune di San Benedetto e della Regione Marche e che è stata resa possibile grazie alla collaborazione della Capitaneria di Porto di San Benedetto e al sostegno della Fortek Nautica, della Sabelli e di Banca Generali.

“Abbiamo già organizzato quattro anni fa questo tipo di evento – ha detto il presidente del Cns, Igor Baiocchi, che ha posto l’accento su alcuni argomenti importanti – e quindi siamo pronti ad affrontarlo nuovamente. Sarà uno sforzo organizzativo immane, visto che giungeranno a San Benedetto circa 500 persone, che soggiorneranno nella nostra città per più giorni, con un ritorno di immagine e di presenze in bassa stagione non indifferente. Il Cns non è solo sport, – ha aggiunto Baiocchi – visto che, alla vigilia del nostro cinquantacinquesimo compleanno, stiamo per presentare un progetto, insieme ad altre entità del mondo navale, che andrebbe a sviluppare il nostro porto sotto vari aspetti. Speriamo che l’Autorità Portuale possa accoglierlo favorevolmente”.

La consigliera del Cns con delega al settore vela, Laura Cennini ha poi ricordato l’ex direttore tecnico Andrea Patacca, prematuramente scomparso lo scorso anno. “Le classi Ilca sono quelle nelle quali Patacca ha lavorato maggiormente e oggi, anche grazie allo staff guidato da Andrea Novelli, possiamo ospitare nuovamente una competizione con oltre 200 imbarcazioni”.

Giuseppe Mattetti, consigliere del Cns con delega agli eventi e manifestazioni, si è soffermato sui numeri del Cns: “Venti manifestazioni in un anno su cinquantadue settimane sono un grande risultato per il nostro circolo. Siamo felici di contribuire al turismo cittadino, sia in termine di spettacolo offerto dal Molo Sud e non solo che in termini di presenze turistiche”.

Il direttore tecnico del settore vela Cns Andrea Novelli ha spiegato alcuni dettagli tecnici delle gare. “Ci saranno due campi di regata – ha detto – sul quale lavoreranno una cinquantina di persone in mare su circa venticinque gommoni di assistenza e altrettante da terra, tra le quali molti dei nostri soci. Martedì e mercoledì la nazionale preolimpica si radunerà a San Benedetto per poi partecipare alle gare e noi ci auguriamo di rivederli impegnati alle Olimpiadi di Francia del 2024”. Cinque saranno gli atleti in gara per il Circolo Nautico Sambenedettese. “Si tratta di atleti molto giovani – ha spiegato il responsabile della classe Ilca del Cns, Alessandro Marsili – che sono alle prime armi in gare impegnative come queste. I campi di regata saranno disposti in mare secondo la provenienza del vento e, se ci sarà la possibilità, verranno disputate tre regate al giorno. Le classi di competizione saranno la Ilca 4, la Ilca 6 (classe olimpica femminile) e la Ilca 7, classe olimpica maschile”.
Stefania Mezzina

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...