Dalla Polonia in Italia per “un Battito di Ali” e ritorno al confine con l’Ucraina


ANCONA -Si è tenuto presso la clinica di cardiochirurgia pediatrica e congenita dell’Ospedale Torrette di Ancona un incontro tra l’associazione Un Battito di Ali e una delegazione arrivata dalla Polonia de Ochotnicza Straż Pożarna – Grupa Ratownictwa Specjalistycznego – Strażacy Wspólnie Przeciw Białaczce (Vigili del fuoco assieme contro la leucemia).

Associazione che raggruppa le unità già esistenti di vigili del fuoco volontari, nata 5 anni fa per volontà del Presidente Pawel Gebalski che si occupa di sostenere i bambini malati di leucemia, nel tempo ha allargato confini ed aree di intervento, il gruppo è ormai internazionale e comprende, oltre la Polonia, l’Ucraina, la Moldavia, la Germania ed appunto l’Italia dove è presente una delegazione condotta da Katarzyna Przygrodzka.

L’incontro aveva lo scopo di sottoscrivere un accordo di paternariato tra le due associazioni con un fine comune, il benessere dei bambini spedalizzati. Alla presenza del Console Onorario di Polonia in Ancona dott.ssa Cristina Gorajski e del primario del reparto Dott. Pozzi sono state apposte le firme su questo importante documento da Pawel Gebalski e Chiara Mormile.

Presente anche l’Associazione Nazionale Carabinieri “Ancona Parco del Conero” con cui è in itenere un accordo di collaborazione internazionale con OSP GRS SWPB; assolto questo impegno il Presidente Gebalski è ripartito alla volta della Polonia per raggiungere i propri volontari presso il confine con l’Ucraina dove stanno operando per la gestione dei profughi in entrata nel territorio polacco prima di raggiungere le destinazioni, verrà anche consegnato un mezzo antincendio ai VVF Ucraini assieme a diverso materiale di intervento, assolutamente necessario in questo duro momento.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...