Decennale di Overtime Festival, presentato il cartellone 2020 dedicato ai Tempi

MACERATA – Un’edizione storica: Overtime Festival festeggia il suo primo decennale. Anche se il 2020 sarà l’anno ricordato per il Covid-19, il Festival nazionale del racconto e dell’etica sportiva scarta la criticità di lato e colleziona un cartellone degno di questa importante occasione, presentato questa mattina nella sala Cesanelli, allo Sferisterio di Macerata, con il sindaco Sandro Parcaroli e l’intervento di tutti i partner della manifestazione.

“Credo molto nello sport e nei suoi valori – ha dichiarato il primo cittadino – , soprattutto per i giovani. Un’opportunità di crescita sana che li allontana da fattori di devianza. Fino a quando sarò sindaco, il Comune sarà molto vicino a questa realtà”.

Dal 7 all’11 ottobre arriveranno a Macerata numerosi protagonisti tra cui Pif, Federico Buffa, Antonio Cabrini, Cristiano Militello, Filippo Roma, Urs Althaus – l’Aristoteles de L’allenatore nel Pallone Marco Ardemagni, Filippo Solibello, Omar Pedrini, Riccardo Zampagna, Alberto Cova, Nevio Scala, Alessandro Abbio e Pierluigi Pardo.

“Nel giorno dell’inaugurazione – afferma l’organizzatore Michele Spagnuolo – sarà presente anche il presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli. Macerata sarà nuovamente la capitale dello sport, all’insegna del tema conduttore: Tempi. L’impegno, la disciplina, la sfida, il benessere, la sostenibilità come sempre al centro degli eventi, tutti ad ingresso gratuito, con prenotazione obbligatoria”.

Il luogo principale del Festival sarà piazza della Libertà, dove ogni sera ci saranno gli appuntamenti clou e alle 22 uno spettacolo mozzafiato di videomapping, realizzato in collaborazione con Med Store, Pellegrini Garden e PlaymarcheSrl – Spin off dell’Università di Macerata. Nella piazza trasformata in un bosco, light design e videomapping daranno vita a un’installazione immersiva che spalancherà un gate sul futuro.

La natura diventerà palcoscenico: il palcoscenico un paesaggio naturale, natura e tecnologia si fonderanno tra loro e al tessuto urbano. Green e sostenibilità saranno i protagonisti di un’esperienza emozionale collettiva che incanterà le serate del Festival. Valori cari a Overtime che sceglie, così, di celebrare la decima edizione facendo del suo verde iconico la cifra stilistica degli spazi.

Durante i giorni della manifestazione sarà allestita sempre in piazza della Libertà un’area dedicata alla mobilità sostenibile. Una cordata di imprenditori locali, coordinati da Fintel, permetterà a curiosi, ospiti del festival e turisti, di utilizzare e acquisire informazioni su biciclette elettriche e mezzi a metano.

La novità

Tra le novità il premio Etica sportiva, in collaborazione con Banca Macerata: il riconoscimento andrà al rugbista Cavaliere della Repubblica, Maxime Mbanda e al trombettista Raffaele Kohler, che ha suonato O mia bela Madunina durante il lockdown dalla finestra della sua abitazione milanese.

Confermate le proiezioni e la rassegna internazionale sui documentari e cortometraggi sportivi, una vetrina ormai tradizionale per valorizzare i lavori di registi e videomaker di settore e le collaborazioni con il territorio, dalle realtà associative alle aziende, dai club service agli Ordini professionali.

Due le mostre in programma: una al Centrale Plus con MilanoTornaInCampo, un progetto a cura di Filippo Solibello e l’altra da Koinè: 1897. Juventus FC. Le storie, con le illustrazioni di Osvaldo Casanova.

Non mancano storici amici del Festival come Valerio Calzolaio e Nazareno Rocchetti e le grandi firme dello sport: Dario Ricci, Angelo Carotenuto, Dario Ronzulli, Giammarco Menga, Daniela Calisti – impegnati nel convegno Lo sport nella comunicazione del web, della radio e della televisione – Marco Pastonesi, Gigi Riva, Giancarlo Brocci, Gerardo De Vivo, Pietro Pisaneschi, Alberto Facchinetti, Furio Zara, Claudio Arrigoni, Gianluca Mazzini, Fulvio Paglialunga, Luca Leone, Sandro Bonvissuto, Nicola Calzaretta, Stefano Vegliani, Piero Trellini, Marta Elena Casanova.

Consolidata la collaborazione con l’Università degli Studi di Macerata, con il convegno dal titolo Lo sport e il suo storytelling come veicolo di comunicazione e coesione sociale. “Overtime è una iniziativa meravigliosa che incontra perfettamente le finalità dell’Ateneo – dichiara la delegata all’internazionalizzazione Unimc, Benedetta Giovanola – : in primis quella educativa, perché lo sport è una palestra di vita”.

Le anteprime nazionali

Overtime Festival 2020 è stato scelto come vetrina per sette prestigiose anteprime nazionali: la presentazione del progetto europeo GEOpard con i progettisti Chiara Spinato e Luca Verrascina (FIDAL) e i sei libri Io, Aristoteles, il Negro Svizzero; Il tiro da quattro. Storia di un anno irripetibile a Basket City di Dario Ronzulli; Geografia sportiva del Nordamerica. La geografia sulle magliette di Simone Betti; Quattro a tre di Roberto Brambilla e Alberto Facchinetti; Le canaglie di Angelo Carotenuto; 1897. Juventus FC. Le storie (un autore, Andrea De Benedetti, sarà presente a Macerata).

Vanto del Festival sono da sempre il racconto e la celebrazione dello sport paralimpico: venerdì 9 ottobre sarà dedicato un appuntamento con protagonisti il giornalista Claudio Arrigoni, il più celebre cantore italiano dello sport senza confini, e Luca Panichi, lo scalatore in carrozzina. Evento in collaborazione con il Dipartimento Prevenzione Dipendenze Patologiche di Macerata e il Progetto StammiBene.

In programma il convegno per gli avvocati dal titolo Sport e GDPR on-line e off-line con gli avv. Maria Cristina Ottavianoni, Francesco Gradozzi e Federica De Stefani, il prof. Simone Calzolaio (Unimc) e la giornalista Alessandra Ortenzi; l’appuntamento Corsa e cammini: amatori e professionisti a confronto con Claudio Bagnasco, Gastone Breccia, Saverio Fattori, Marco Patucchi, Cesare Picco, Renato Vita e Simonetta Barucca; il 4° torneo Overtime Old Rugby organizzato da Banca Macerata Rugby; la tradizionale e partecipatissima sezione che guarda all’enogastronomia e alla sana alimentazione con Tipicità, Coop Adriatica 3.0, la dott.ssa Simona De Introna e rinomati chef come Alessandro Campetella, Luca Facchini, Enrico Mazzaroni.

Come ogni anno, Overtime sarà anche l’occasione per raccontare la città di Macerata e il territorio marchigiano, con eventi gastronomici e degustazioni curate da MyMarca, dalla VineriaKoinè, Hops&Hope, Centrale.eat e Centrale Plus.

Rinnovata la collaborazione con la Società Filarmonico Drammatica che ospiterà alcuni degli eventi: un’occasione per gli amanti del Festival di ammirare il suo teatro, il foyer, una biblioteca con 1200 volumi.

Overtime Pass e l’Overtime Donor Pass

Gli organizzatori hanno promosso, per questa edizione condizionata dalle misure restrittive anti contagio, l’Overtime Pass e l’Overtime Donor Pass per avere la possibilità di essere in prima fila e vivere il Festival e gli appuntamenti preferiti in sicurezza.

Con il primo, al costo di 50 euro, si riceverà un regalo di benvenuto e la certezza di un posto riservato (previa conferma nel rispetto della normativa Covid) agli appuntamenti serali del Festival (dalle ore 19 in poi). Con il Donor Pass, si riceveranno in più altri benefici, quali l’invito alla conferenza stampa di presentazione del Festival e la citazione nei comunicati stampa, la menzione nelle pubblicazioni a stampa e digitali di #OvertimeFestival e l’aperitivo esclusivo con Pierluigi Pardo. Per chi volesse sottoscrivere uno dei due pass, info: segreteria@overtimefestival.it.

I sostenitori

Overtime è un’idea di Pindaro Sports &Events, in collaborazione con Regione Marche, Comune di Macerata, Provincia di Macerata, UNIMC, CONI Marche, CIP Marche, Panathlon International Club, Società Filarmonica Drammatica, e con il patrocinio di Rai Radio 1, TGR e Ordine degli Avvocati di Macerata.

Si ringraziano per la preziosa collaborazione i main sponsor Coop Alleanza 3.0, Fintel gas e luce, Banca Macerata, Med Store, Vere Italie, Antinori Assifin, Iplex, Gada, Centro Giardinaggio Pellegrini; i project partner GEOpard, Accademia di Belle Arti Macerata, Meridiana Cooperativa Sociale, Società Filarmonico Drammatica, Tipicità, Ais Marche, Carlo Scheggia Comunicazione; i partner Centro Commerciale Val di Chienti, Maia Export, Dentalcity del dott. Paolo Pasquali, GS Copy, Domizioli Viaggi, Nerea, Casa Marche mymarca.it, BOMA; e per sostenere Overtime e credere nell’etica sportiva Glatad, Endorfine Rosa Shocking, Centrale Macerata, Centrale Plus, Il Giardinetto DiGusto, Seriprince, Koiné Vineria, HOPS&HOPE, Istituto Agrario Macerata, Agenzia Area, A.R.M., Activita, Macerata Calcio Femminile YFIT, Green Nordic Walking, Nordic Walking Atletica Avis Macerata, Nordic Walking Valli della Marca.

Per maggiori info: https://overtimefestival.it/

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com