Concorso di Poesia

Sono dodici anni che la Samb non batte la Reggiana. Sanderra: “Vogliamo dare continuità ai nostri risultati”

SAN BENEDETTO – Sono dodici i precedenti tra Samb e Reggiana. Undici in campionato (tre in C e otto in serie B) e uno in Coppa Italia 1960-1961 (2-1 per i rossoblù). Tranne gli ultimi due incontri, giocati al Riviera delle Palme, gli altri hanno avuto come teatro il vecchio Ballarin. Il primo risale addirittura al campionato di serie C 1952-1953 e finì con il punteggio di 0-0. Poi altri quattro pareggi. A partire dal torneo di B ’58-’59 e ’59-’60 entrambi conclusisi per 0-0. Nella stagione cadetta ’60-’61 finì, invece 1-1 con reti di Catalani per gli emiliani e Campanini per la Samb. Ennesimo pareggio (2-2 il punteggio) nel campionato successivo. A segno andarono Lavoratornuovo (S), Greatti (R), Macor (S) e Tribuzio (R).

Il primo successo della Samb sulla Reggiana è datato 24 novembre 1974. La formazione di Marino Bergamasco neo promossa in serie B, superò con un netto 3-0 gli emiliani, grazie alla doppietta di Simonato ed al gol di Ripa. Ennesimo 0-0 nel torneo successivo, con l’undici rossoblù che tornò alla vittoria nella stagione ’81-’82 con Nedo Sonetti in panchina. Finì 3-2. Al vantaggio di Erba per i granata replicarono Moscon, Bogoni e Schiavi. Per la Reggiana andò a segno anche Zandoli.

L’ anno dopo il match terminò con il punteggio di 1-1. Per la Samb segnò Massimo Silva con pareggio di Volpi per gli ospiti. L’ultima vittoria dei rossoblù risale al campionato di Prima Divisione 2004-2005. La formazione allenata da Davide Ballardini si impose per 1-0 con rete di Mariano Bogliacino. Ed infine ecco l’ultimo precedente nella stagione 2008-2009 il ritorno sulla panchina rossoblù di Giorgio Rumignani e Francesco Chimenti. 0-0 davanti a circa 7mila spettatori.

Domani Samb-Reggiana avrà un sapore diverso rispetto a otto anni fa. Entrambe le squadre sono in zona play off con la formazione di Stefano Sanderra che ha come obiettivo il sesto posto, occupato ad oggi dal Gubbio a solo due lunghezze. “Una partita importante –dice il tecnico rossoblù- come le sono tutte da qui alla fine perchè ogni formazione vuole conquistare  i punti necessari per raggiungere i rispettivi obiettivi. Da parte nostra vogliamo dare continuità a ciò che finora abbiamo fatto conquistando il quarto risultato utile consecutivo”.

Al Riviera arriverà una Reggiana che nelle ultime due partite non ha entusiasmato. Una sconfitta a Macerata e un pareggio in casa con il Mantova, il ruolino. “Un avversario da prendere con le molle –è sempre Sanderra che parla- con calciatori importanti in tutti i reparti. La Reggiana ha cambiato modulo passando al 3-5-2 con in avanti due attaccanti tecnici e veloci come Cesarini e Carlini. Se riescono a giocare tra le linee possono mettere tutti in difficoltà. Dovremo essere bravi a non farli arrivare in area”.

L’obiettivo di Sanderra è anche quello di potere presentare al pubblico una Samb che si esprima meglio sotto il profilo del gioco. “Ogni domenica –dice- tentiamo sempre di alzare il livello del nostro gioco. Ma i ragazzi debbono capire i momenti in cui pressare o alzarci di più. Spesso, però, il valore dell’ avversario va al di la delle intenzioni di inizio gara. C’è, quindi, la volontà di proporre qualcosa in più ma allo stesso tempo bisogna trovare il giusto equilibrio tra gioco e risultato. Voglio, comunque, un approccio diverso. Bisogna essere più aggressivi e non molli come a Salò. Ciò che conta –conclude Sanderra- è dare sempre il massimo per raggiungere il risultato che ci siamo prefissati”.

Per quanto riguarda la formazione potrebbero esserci delle novità soprattutto in fase offensiva. Scontato il rientro di Lulli al posto dello squalificato Sabatino ecco che in avanti Sanderra potrebbe affidarsi a Bernardo al posto di Sorrentino. Sulla corsia sinistra offensiva ci sarà Vallocchia sin dall’ inizio.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento