Elezioni Europee 2019 / Incontro alla Casa del pescatore di San Benedetto con la candidata Tiziana Alterio del Movimento Cinquestelle

SAN BENEDETTO – Domani, sabato 11 maggio alle ore 18 presso la Casa del Pescatore di San Benedetto del Tronto sita in piazza dei Caduti del Mare n° 6 (ingresso di fronte Capitaneria di Porto), si svolgerà un incontro con la candidata per il Movimento 5 Stelle al Parlamento Europeo Tiziana Alterio.
Interverranno il sen. Giorgio Fede Portavoce Nazionale M5S, Peppe Giorgini Portavoce Regionale M5S, Serafino Angelini Geologo. Coordina l’incontro Alessandra Manigrasso portavoce comunale M5S ed Elena Russo M5S meetup M5S.
Il M5S a Bruxelles ha ottenuto una grande vittoria per il futuro dei piccoli pescatori. Il Parlamento Europeo, infatti, ha approvato norme che contengono più tutele e sostegno per la pesca artigianale. Di questo oltre che dell’abbattimento della burocrazia e di molto altro si parlerà sabato pomeriggio all’incontro con la candidata  al Parlamento Europeo nonché giornalista e scrittrice d’inchiesta Tiziana Alterio, la cui missione politica in Europa si appresta ad essere, in sintonia con i valori fondanti del Movimento 5 stelle, quella di riconsegnare centralità al mondo ed alla cultura mediterranea, la cultura del mare.
Un mondo ed una cultura che affondano le radici nella dedizione e nella fedeltà al lavoro. Nei lavori antichi, tramandati dai padri ai figli, nobili quanto faticosi, rigidi quanto gratificanti, così come quello della pesca, un’ attività che viene da epoche lontane ma che nel tempo ha saputo evolversi, ponendo l’uomo continuamente a contatto con il mare ma anche costantemente a confronto con i suoi rischi, i suoi pericoli, e dunque con i propri limiti e la propria umanità.
La consapevolezza del proprio limite e l’umanità nel vivere come nel lavorare, costituiscono infatti quei principi propri nella cultura mediterranea che sono estranei ad altre culture come quella anglosassone o atlantica, e lontanissimi dall’ideologia di neoliberismo che caratterizzano l’attuale unione europea a trazione francotedesca.
L’Europa di oggi, neoliberista e austera, si base sulla cultura del futile, dello sperpero, sulla tendenza verso l’illimitato, da cui il consumismo sfrenato, la competizione spietata sul mercato che pone tutti contro tutti in una guerra tra poveri dove il profitto é di altri, di pochi. La sconsiderata corsa al possesso di una quantità spasmodica di beni futili, oggi ci porta ad una conseguente sovrapproduzione di rifiuti ormai ingestibili e all’affermazione di soggetti economici multinazionali dal potenziale reddituale enorme, di fronte a cui il lavoratore ed il lavoro dell’uomo vengono sviliti, umiliati, sfruttati. Siamo diventati schiavi di un sistema che ci ha reso parte di un meccanismo infernale.
Questa è la nuova sfida in Europa di cui Tiziana Alterio si farà carico: riportare il Mediterraneo, questo nostro mare che va dall’Italia meridionale fino alle coste del Tirreno e dell’Adriatico, con tutta la sua cultura, la sua storia, i suoi valori ed i suoi lavori antichi, al centro e a fondamento dell’Europa.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...