Elezioni Politiche 2018 / Liberi e Uguali presenta i suoi candidati, il sambenedettese Giorgio Fede al Senato con il Movimento Cinquestelle


SAN BENEDETTO – Ultime ore e poi i giochi saranno fatti. Si stanno completando le liste per le Politiche del 4 marzo. Il colpo a sorpresa riguarda il Movimento Cinquestelle. Confermata la candidatura dell’avvocato Roberto Cataldi all’uninominale per la Camera, rientra in ballo Giorgio Fede, impiegato del Comune di San Benedetto del Tronto che sarà presente nel collegio uninominale che porta al Senato. Nel 2016, Fedee doveva correre come sindaco in Riviera ma poi una questione legata al simbolo del movimento fece saltare tutto compresa la presenza della lista alle amministrative. Nel collegio sud, nella corsa a Palazzo Madama se la vedrà con Emanuela Di Cintio (Pd) che prende il posto di Antimo Di Francesco passato all’ uninominale per la Camera dei Deputati, Graziella Ciriaci (centrodestra), Flavia Mandrelli (LeU). 

Questa mattina Liberi e Uniti ha presentato ufficialmente i suoi candidati. Al Senato per il seggio uninominale concorre Flavia Mandrelli, professoressa e consigliera comunale, mentre nel listino, sempre per Palazzo Madama è l’ex assessore della Provincia di Fermo Giuseppe Buondonno a occupare il ruolo di capolista. Nella Camera dei Deputati, per quanto riguarda l’uninominale ecco il giornalista Pier Paolo Flammini, mentre la deputata uscente Lara Ricciatti sarà la capolista del listino con l’ingegnere ascolano, ma nativo di Esanatoglia, Nello Tizzoni numero due.

“Il  progetto politico di Liberi e Uguali -dice il coordinatore Paolo Perazzoli–  ha come obiettivo di riportare la sinistra in Parlamento. Il Partito Democratico ha cambiato pelle e non potevamo restare lì con le nostre idee. Avete visto tutti che fine ha fatto chi si è opposto a Renzi. E’ stato emarginato ed umiliato. Il 4 marzo sarà una tappa importante per riprendere la salita verso vette importanti”.

“C’è la necessità -aggiunge Flavia Mandrelli- di prendere una strada diversa e offrire un’alternativa agli elettori e ritengo che questo albero vada piantato. Lavoro, cambiamento radicale della società ed eliminazione delle disuguaglianze sono prerogative estremamente importanti che debbono essere riportate al centro del dibattito. La scena politica è rimasta orfana di una forza che si rifacesse a quei valori. E quindi ecco la necessità di prendere una strada diversa e offrire un’alternativa di sinistra agli elettori”.

“Non accettiamo un nuovo attacco alla Costituzione. E quindi -afferma Pierpaolo Flammini– la presenza di Leu in Parlamento è fondamentale per non fare superare il quorum dei due-terzi che occorre per approvare una sua eventuale modifica”. “Il Partito Democratico -aggiunge Nello Tizzoni– è diventato il partito di Renzi e quindi l’unica alternativa politica è Liberi e Uguali con a capo una figura integerrima ed importante come Pietro Grasso che sarà la nostra forza”.

“Siamo persone serie e coerenti -sentenzia l’on.le Lara Ricciatti– che non hanno scelto Leu per convenienza ma per convinzione ed abbiamo un importante progetto politico da portare avanti”. “La nostra campagna elettorale –conclude Giuseppe Buondonno–  vedrà al centro i problemi dei cittadini traditi dalle altre forze politiche”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...