Elezioni Regionali 2020 / Mariagrazia Concetti (Forza Italia): “Prorogare la ‘Zona franca’ per i comuni terremotati”

SAN BENEDETTO – Mancano meno di due settimane alle elezioni Regionali, tutti i candidati al Consiglio sono attivi nel territorio per convincere i numerosi elettori indecisi a sposare la propria proposta. Ad Arquata del Tronto è arrivata Mariagrazia Concetti, noto avvocato grottammarese e candidato nella lista di Forza Italia, la quale ha incontrato tanti commercianti stremati dalla crisi socio-economica che sta affliggendo il territorio da troppi anni.

Concetti ha invocato a gran voce la proroga della  “Zona franca” per ristabilire un equilibrio socio-economico nelle zone martoriate dal sisma del 2016. Infatti, all’interno di tale zona, si potrebbe continuare a godere di ampie prerogative dal punto di vista fiscale, con la riduzione o esenzione del pagamento dell’IVA, e con l’esonero di altre tasse. Tale proposta potrebbe aiutare a favorire nuovamente uno sviluppo economico del territorio e arginare lo spopolamento che preoccupa notevolmente tutti gli abitanti dell’arquatano.

“Si è trattato di un sopralluogo interessante -afferma convinta la candidata berlusconiana- con colloqui diretti con le persone che hanno le loro esigenze. Qui non vivono ma sopravvivono, non esistono strutture adeguate. Gli arquatani vogliono che le persone fuggite dopo il sisma, tornino nel loro territorio riappropriandosi delle loro strutture.

Io sarei rimasta volentieri questa sera a pernottare qui, ma non è stato possibile perché non c’era una struttura che potesse ospitarmi e quindi sono stata costretta a ripartire e a lasciare questo territorio con molta tristezza. Tristezza che è presente anche negli sguardi della gente. Tutti i politici dovrebbero venire e restare qui per ascoltare le loro istanze e noi ritorneremo già nei prossimi giorni con delle risposte”.

C’è un altro aspetto che ha lasciato sorpresa la candidata forzista, ovvero, sulle imposte relative alla bonifica del Fiume Tronto dove gli abitanti si sono ritrovati delle cartelle esattoriali di Equitalia da pagare. Oltre il danno la beffa, perché i malcapitati dovranno sborsare soldi su terreni inutilizzati dal 2016 a causa della zona rossa.

“A tali incongruenze -spiega la Concetti- non è necessario elaborare imponenti soluzioni, ce l’ha data la gente la soluzione. Al politico basta ascoltare le necessità. Infatti, la tassa di bonifica su questo territorio, non ha più senso. Questa tassa dovrebbe essere impugnata in tribunale. C’è stata già una sentenza di primo e secondo grado, poi le arguzie giuridiche si trovano sempre, l’ente gestore sarebbe cambiato e quindi con questo nuovo ente la sentenza non ha più valore. Vedremo di ripristinarla”.

Mariagrazia Concetti si fa carico di questo impegno anche a nome di Piero Celani, consigliere uscente e candidato nelle fila di Forza Italia, per far luce sulla faccenda e dare una risposta energica per il territorio interessato. “La risposta dovrà essere immediata, le bollette sono già arrivate – afferma Concetti – Equitalia li perseguiterà da qui in avanti finché non saranno saldate le cartelle. Quindi spetta a noi sospendere questa ingiustizia”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...