Emergenza sanità nel Piceno, interviene Piero Celani: “Ad Ascoli si rischia di perdere un’ecellenza nell’ ortopedia”

ASCOLI PICENO – Sulla sanità del Piceno interviene il consigliere regionale di Forza Italia e Vicepresidente Assemblea legislativa delle Marche Piero Celani. “Che la sanità marchigiana, ed in particolare quella Picena -scrive in una nota stampa che riportiamo integralmente l’esponente azzurro- non attraversasse un buon momento credo che sia noto a tutti. Pronti Soccorsi affollati, carenza di medici, strutture ospedaliere da riqualificare, polemiche sull’ospedale unico si o no, e adesso, a tutto ciò, si aggiunge il rischio di perdere nell’Ospedale di Ascoli anche la qualificata e specialissima collaborazione del dott. Concetto Battiato, primario ortopedico. Se ciò venisse confermato, sarebbe una vera iattura per il nostro Ospedale, ma soprattutto per un territorio molto ampio, che va ben oltre l’Area Vasta 5, in quanto la presenza da oltre un decennio del dott. Battiato, ha fatto diventare l’Ospedale Mazzoni, un polo di riferimento per quanto concerne le chirurgie del bacino e in generale per l’ortopedia e la traumatologia”.

“Ed allora, ancora prima di dilungarsi su sterili e al momento infruttuose polemiche sull’ubicazione dell’eventuale ospedale unico, rischiamo di perdere di vista gli attuali e urgenti problemi della Sanità del nostro territorio. È chiaro quindi che non possiamo assolutamente permetterci che un eccellente e valido professionista come il  dott. Battiato, abbandoni il nostro nosocomio. È quanto mai urgente che i responsabili della sanità marchigiana, procedano al più presto a soddisfarne le richieste, che tra l’altro sono semplicemente quelle di un professionista che vuole lavorare al meglio nel solo interesse dei pazienti”.

“È chiaro -aggiunge Celani- che questa mia riflessione, e preoccupazione, che nell’ospedale ascolano vengano a mancare le giuste professionalità mediche e paramediche si estende anche agli altri reparti e specializzazioni, così come al pronto soccorso, vera spina nel fianco del nostro nosocomio. Quindi invito il Presidente Ceriscioli e  i responsabili regionali della sanità, ad agire presto in tal senso, perché mi sembra di capire che i numeri del personale e delle risorse strutturali nel sud delle Marche non tornano. O qualcuno ci vuole distrarre strumentalmente facendoci polemizzare sull’ospedale unico -conclude il consigliere regionale-  mentre quelli che abbiamo, Mazzoni e Madonna del Soccorso, rischiano di affondare?”

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...