Prelievo multiorgano al Madonna del Soccorso di San Benedetto del Tronto

SAN BENEDETTO – Primo prelievo multiorgano del 2017 al Madonna del Soccorso di San Benedetto del Tronto. Il donatore un ascolano di 72 anni, morto a causa di un’ emorragia cerebrale, i cui familiari hanno dato l’assenso per la donazione. Il prelievo degli organi, fegato e reni è stato eseguito dall’ equipe chirurgica di Ancona in collaborazione con i sanitari del nosocomio rivierasco. Un intervento protrattosi fino alle prime luci dell’ alba di venerdì 28 aprile.

Il fegato è stato trapiantato, sempre nella giornata di ieri ad un paziente ricoverato ad Ancona, mentre i reni sono stati trasportati dal personale della Potes di San Benedetto a Milano. E’ stato poi il Nitp, Nord Italy Trasplant, a destinarli a pazienti ricoverati in altri ospedali del settentrione.

“E’ un importante atto di solidarietà -dice il presidente regionale Aido Lucia Marinangeli- quello che è stato compiuto presso il nostro ospedale, perchè nel momento tragico del distacco si è pensato all’ altro che non si conosce e che soffre e che è in lista di attesa per un trapianto. Un ringraziamento sentito al donatore e ai suoi familiari per il gesto d’amore compiuto e a tutti i medici, infermieri che hanno fatto si che la donazione potesse avvenire e consentire, poi, il trapianto degli organi”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...

Lascia un commento