Estrabot entra in sala operatoria, nasce il Tg Salesi

ANCONA – Oggi importante avvio dell’attività del Robot Umanoide Estrabot della Fondazione Ospedale Salesi, donato dalla Estra Prometeo che accompagnerà anche nei prossimi anni il progetto di Robot Therapy.

“Siamo orgogliosi – ha affermato il presidente di Estra Prometeo Marco Gnocchini – di condividere l’avvio di questo ulteriore step di impiego di Estrabot. Uno strumento straordinario, capace di interagire con i bambini e accompagnarli nei percorsi di cura, aiutandoli a superare la paura anche in momenti molto delicati, come quello della fase preparatoria agli interventi chirurgici. Consapevoli dell’importanza del progetto e dei suoi vantaggi, continueremo a dare il nostro apporto per migliorare sempre più la qualità della vita dei piccoli pazienti”.

Estrabot entra in Sala Operatoria e intraprende un  lavoro di sostegno ai piccoli pazienti  nella fase preoperatoria a partire dalla premedicazione per arrivare  fino all’induzione dell’anestesia che avviene direttamente in sala operatoria. Questa sperimentazione sarà accompagnata da un progetto di ricerca.

Lo studio, a cura del blocco operatorio del Presidio Ospedaliero e della Fondazione Salesi, è finalizzato ad esaminare l’efficacia di Estrabot nella riduzione dell’ansia preoperatoria del bambino. Inoltre, nel corso dello stesso studio, sarà anche osservata la possibilità di togliere la premedicazione effettuata in reparto; ciò per porre le premesse per  una ulteriore attività di ricerca tesa a verificare l’eventuale esito positivo dell’impiego del robot umanoide  anche ai fini di una riduzione dell’uso di farmaci.

Coordinatrice del progetto la dottoressa Ilaria Franconi (Coordinatrice Blocco Operatorio Salesi), in collaborazione con la psicologa della Fondazione Salesi dottoressa Giulia Palego e dall’operatore specializzato e animatore delle attività di Estrabot dottor Samuele Canonici della Fondazione Salesi.

Presenti nel progetto il  Dottor Ascanio Martino (Direttore Medico – SOD Chirurgia Pediatrica e delle Specialità Chirurgiche)e tutto il personale medico e infermieristico della chirurgia.

«Estrabot – commenta il Direttore Generale degli Ospedali Riuniti di Ancona, Michele Caporossi – diventa adulto nel percorso chirurgico del bambino. Come un piccolo ET fa sognare il piccolo paziente, lo fa sentire accompagnato da un amico. Ed è tempo di testarne il ruolo, anche da un punto di vista scientifico. Il robot diventa un vero e proprio dispositivo medico nel percorso di cura pediatrico».

L’ altra novità: IL TG SALESI  commenta il  professor Giuliano Fattorini: “È una modalità sia scherzosa ma al tempo stesso molto professionale con taglio giornalistico per far conoscere i progressi e le attività svolte da queste 2 scuole con l’unico intento di prestare le proprie conoscenze e competenze al servizio della comunità.  Siamo felici dei risultati ottenuti in campo pediatrico anche grazie al nostro apporto tecnico nella programmazione dei Robots e ci impegneremo per non far mancare mai il nostro supporto.”

Il TG SALESI curato e prodotto dagli Istituti IIS  Marconi-Pieralisi di Jesi e dall’IC Faà Di Bruno di Marotta con la dirigente scolastica Professoressa Anna Scimone, nell’ambito dell’Accordo di alternanza scuola lavoro, sotto il coordinamento e la conduzione del Prof. Giuliano Fattorini docente di Meccatronica, in collaborazione con il  Prof. Ganzetti Alessandro docente di Informatica.

Il Tg è stato ideato come attività di comunicazione che  nasce per mettere in collegamento territorio e strutture sanitarie, far conoscere i servizi ospedalieri e non solo in una modalità  nuova e originale che vede nella veste di giornalisti speciali anche i robot umanoidi. Obiettivo non secondario la  ricerca di una sempre maggiore efficacia  nell’informazione ai cittadini.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...