Fabio Urbinati (Italia viva Marche): “In pericolo il servizio di cure palliative in Area Vasta 5”


SAN BENEDETTO – “A rischio l’assistenza oncologica per i malati ricoverati all’ Hospice di San Benedetto”. Questo il grido d’allarme da Fabio Urbinati coordinatore regionale di Italia Viva Marche.

“Le difficoltà dell’ospedale Madonna del Soccorso di San Benedetto -aggiunge l’esponente renziano- rischiano di ripercuotersi anche su un servizio territoriale importante come quello delle cure palliative. All’hospice di San Benedetto sono a rischio i servizi ai malati, poiché al reparto di oncologia del Madonna del Soccorso mancano medici in organico che già un anno fa dovevano essere rimpiazzati.

Ricordo che stiamo parlando di un servizio essenziale e di straordinaria importanza non solo per il malato ma soprattutto per le famiglie. A San Benedetto in meno di 3 anni è nata una struttura di grande qualità, fatta di professionisti capaci ma soprattutto straordinari dal punto di vista umano, essendo in grado di alleviare le sofferenze ai malati terminali e supportando i parenti dei pazienti in momenti di grande sofferenza.

Fondamentale è il supporto del reparto di oncologia dell’Area Vasta 5, un supporto mai mancato che spesso ha superato ostacoli difficilissimi pur di gestire i malati bisognosi con grandi sforzi tra reparto e direzione del distretto sanitario. Sforzi che malgrado tutto, non potranno più essere sufficienti se non arriverà nuovo personale.

Chiediamo a gran voce alla direzione sanitaria ma soprattutto alla Regione Marche -conclude Fabio Urbinati- di scongiurare in ogni modo qualsiasi sospensione del servizio. Noi conosciamo i problemi del servizio sanitario. Per questo non lanciamo accuse di stampo populista. Ma chiediamo una risposta immediata che con un intervento della governance regionale potrebbe arrivare molto presto”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...