Concorso di Poesia

Federparchi Marche: “Assurdo sopprimere il Corpo Forestale dello Stato”

Federparchi Marche: "Assurdo sopprimere il Corpo Forestale dello Stato"

Anche la Federparchi Marche si unisce alla mobilitazione contro il disegno di legge che prevede la soppressione del Corpo Forestale dello Stato per accorparlo ad altre forze di Polizia.

“La scelta, assurda, del Governo di sopprimere il Corpo Forestale dello Stato è sconcertante e rischia di avere conseguenze terribili sul nostro territorio.” – commenta il Presidente Federparchi Marche Fabrizio Giuliani  – Non si può in nome del risparmio, tutto da verificare, sguarnire il paese di un azione essenziale di salvaguardia del patrimonio agro-ambientale-alimentare. Si cancellerebbe una esperienza di decenni che è anche l’unica in grado di intervenire a tutela della biodiversità ambientale e agroalimentare.

E’ difficile comprendere perché l’esigenza di razionalizzazione delle forze dell’ordine si sia concentrata unicamente sulla forestale; la giustificazione, fino ad oggi apportata, del numero esiguo crea ulteriori dubbi e preoccupazioni sulle motivazioni vere e sui criteri usati nella spending review.

Nel nostro Paese e nella nostra regione serve un impegno rinnovato dello Stato contro ecoreati e tutela dell’ambiente.

Condividiamo pienamente la mozione approvata all’unanimità dall’Assemblea Legislativa delle Marche contro il disegno di legge 1577 del 2014 sulla riorganizzazione della Pubblica Amministrazione firmato dal Ministro Marianna Madia e a favore di un rafforzamento del Cfs.

Federparchi Europarc Italia, e con esso il coordinamento marchigiano sono stati fin dal primo momento in prima fila per la difesa di un corpo strategico per l’ambiente, e lo saranno alla manifestazione indetta a Roma la prossima settimana.

Una domanda ci viene naturale: quanto costerà abbassare la guardia su tutela ambientale e forestale, sicurezza agro-alimentare, contrasto all’abusivismo edilizio e difesa del paesaggio?

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento