Concorso di Poesia

Fermo – Alessandra Iacopini lascia l’incarico di coordinatrice di Forza Italia

Fermo - Alessandra Iacopini lascia l'incarico di coordinatrice di Forza Italia

Alessandra Iacopini sbatte la porta e se ne va. La coordinatrice comunale di Forza Italia Fermo, sentitasi scavalcata nelle sue funzioni da una dirigenza regionale piuttosto ingombrante scrive una lettera ai vertici spiegando le ragioni del suo gesto. Una tegola sgradita a meno di due mesi dal confronto elettorale che vede gli azzurri sostenere il chirurgo Giambattista Catalini. :

“Circa un anno fa il coordinatore regionale di Forza Italia, Sen. Remigio Ceroni, mi ha nominata coordinatore comunale del partito a Fermo e da quel momento in poi ho sempre cercato di valorizzare le competenze e le energie degli iscritti per dare nuovo slancio al partito” – scrive la Iacopini –   “In particolare, ho basato la mia attività sul coinvolgimento del coordinamento comunale e del gruppo consiliare e si sono ottenuti buoni risultati nell’attività di opposizione alla Giunta Brambatti, come è facilmente documentabile attraverso gli atti del consiglio comunale e gli interventi sugli organi di stampa. Con il tempo, però, mi sono accorta che la maggiore autonomia operativa del partito a Fermo, sempre portata avanti con un intento costruttivo, contrastava con l’impostazione verticistica dei coordinatori provinciale e regionale. Nonostante l’essere riusciti ad eleggere in consiglio provinciale un consigliere di Forza Italia di Fermo, sono stata lentamente scavalcata nelle mie funzioni, fino al punto di trovarmi sostituita di fatto  nelle trattative con le altre forze politiche per le elezioni comunali.  Vengo a sapere di riunioni interpartitiche solo dopo che si sono svolte e in cui Forza Italia è rappresentata da un semplice iscritto che, a quanto pare, gode della fiducia dei coordinatori Ceroni e Marcozzi. E pensare che questi ultimi hanno sempre, giustamente, preteso che ogni mia iniziativa venisse condivisa da tutto il partito. Paradossalmente, quando ho preso l’iniziativa di fissare un incontro con una lista civica con cui avevamo sempre collaborato, pur avendo preventivamente avvertito chi di dovere, sono stata richiamata – con mia sorpresa e disappunto – e a poche ore dall’incontro mi è stato comunicato, a differenza di quanto precedentemente concordato con il coordinatore regionale, che era stata costituita, a mia insaputa, una delegazione (composta da me, dal coordinatore provinciale – nonché candidata alle regionali- Marcozzi e da un iscritto) con il compito di gestire gli incontri prodromici alle elezioni amministrative. Proprio in questa occasione sono stata invitata a scegliere tra dimissioni e revoca se non mi fossi adeguata. Anche nella scelta del candidato sindaco è accaduto lo stesso; non ho avuto la possibilità di sostenere il parere espresso dalla maggioranza del coordinamento cittadino Prendo atto che non ci sono più le condizioni per poter svolgere il mio ruolo con serenità e quindi mi dimetto da coordinatore comunale di Forza Italia di Fermo ed invierò la presente anche agli organi nazionali del partito, affinchè sappiano quello che sta accadendo. Ritengo doverosa questa comunicazione, in quanto ho sempre creduto, e continuo a credere, negli ideali di Forza Italia e ho davvero pensato, illudendomi, di poter contribuire al rinnovamento del partito e a costituire un gruppo affiatato e vincente per riportare i moderati a governare Fermo. Tutto questo da parte mia non rappresenta un’esigenza di visibilità o personalismo, né ha la finalità di danneggiare il partito, ma voglio solo rivendicare la mia coerenza e la mia dignità”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento