Concorso di Poesia

FERMO – LISTE PIAZZA PULITA E IL CENTRO: SGRAVIO TARI

Le piccole e medie imprese, anche quelle artigiane, necessitano immediatamente uno sgravio sulla TARI. Come ottenerlo? Con politiche a medio termine per arrivare ad un abbattimento dei costi della raccolta differenziata porta-a-porta e realizzare un sistema di isole ecologiche mobili da parte della municipalizzata Asite che offrirebbe premialità per chi meglio differenzia e, dunque, permetterebbe di arrivare ad un abbassamento della TARI. Lo ha ricordato il candidato Paolo Calcinaro durante l’incontro organizzato dalla CNA provinciale di Fermo presso la sala “Rita Levi Montalcini” del complesso Sagrini nel quartiere Santa Caterina. Infatti tra i 50 punti contenuti nel programma delle liste Piazza Pulita e Il Centro c’è quello relativo agli utili provenienti dai conferimenti esterni nella discarica di San Biagio che potranno essere utilizzati come diretto sostegno nei confronti della cittadinanza. Gli stessi conferimenti esterni, inoltre, andranno comunque monitorati sia nella quantità che nella durata temporale.

I 100 mila euro che l’anno scorso l’Asite ha destinato alla stagione lirica, ha continuato Calcinaro, potrebbero essere usati per aprire un bando che permetta alle famiglie a basso reddito e alle cosiddette “piccole partite IVA” di avere una contribuzione sulla TARI che grava su di loro.

Altro punto importante riguarda gli appalti pubblici sotto soglia: quelli, cioè, che possono essere espletati su invito dall’Amministrazione Comunale. Dovranno essere assolutamente privilegiate le imprese di Fermo o comunque del Fermano, ha sostenuto Paolo Calcinaro.

Stupore e qualche perplessità, infine, riguardo la nuova promessa elettorale di un presunto bonus energia per le imprese, fatta pubblicamente durante l’incontro dal candidato Pasquale Zacheo: più che altro un cambio di idea. Se fino a pochi giorni fa il bonus sarebbe dovuto arrivare dall’energia a idrogeno, ora invece dovrebbe arrivare dalla produzione di biogas nella discarica di Fermo.

Le liste Piazza Pulita e Il Centro per Calcinaro sindaco hanno un’idea chiara: la discarica di San Biagio è e dovrà restare a gestione pubblica. Si potrà valutare la possibilità di giungere a forme di consorzio con Comuni limitrofi, invece, per la gestione del servizio di raccolta di rifiuti: scelta che andrebbe nella direzione di una economicizzazione del servizio con una riduzione dei relativi costi e pertanto dell’imposta TARI.

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento