Fermo – Samuele Telari chiude la Stagione Concertistica alla Sala dei Ritratti

Fermo - Samuele Telari chiude la Stagione Concertistica alla Sala dei Ritratti

La Stagione Concertistica fermana si conclude, domenica 12 aprile (ore 18 Sala dei Ritratti) con un tuffo nelle infinite versatilità della fisarmonica con uno dei suoi più straordinari interpreti, Samuele Telari.

Vincitore dei più importanti Concorsi internazionali, Samuele Telari proporrà un programma particolarmente vario che farà scoprire al pubblico le tante possibilità timbriche e  sonorità della fisarmonica partendo da Bach con il Preludio e Fuga BWV 544 e Vivaldi con l’Inverno dalle “Quattro Stagioni” per arrivare al Capriccio spagnolo di Moskowski attraverso Janacek e Schnittke in un crescendo di emozioni.

Recentemente Samuele Telari è stato impegnato in numerosi concerti come solista in Europa tra i quali un concerto presso la Royal Academy of Music di Londra, l’Accademia Filarmonica Romana. Dall’età di 6 anni, quando si è avvicinato per la prima volta alla fisarmonica, si è aggiudicato numerosi premi.

Con questo concerto si conclude dunque la Stagione Concertistica Fermana organizzata dalla Gioventù Musicale di Fermo e dal Comune, che dà appuntamento agli appassionati per il prossimo mese di ottobre.

A parte una incursione nel mese di maggio con un concerto straordinario in Duomo che si terrà il 15 maggio e vedrà protagonisti un blasonato coro tedesco il “Kirchenchor des Pfarrverbandes München-Pasing” insieme ad uno dei più rinomati organisti teutonici Thomas Fischaleck , che proporranno un particolare “O-maggio a Maria”.

Sono stati sei mesi di intensa programmazione musicale che hanno visto avvicendarsi interpreti di rango internazionale, formazioni cameristiche e proposte originali che hanno appassionato, a volte stupito riscuotendo grande favore dal numeroso pubblico che la domenica pomeriggio ha sempre gremito la Sala dei Ritratti.

Samuele Telari, vincitore delle Audizioni Nazionali 2013 della Gioventù Musicale d’Italia, è anche neo vincitore del Primo Premio nella categoria Concertisti al Concorso “Città di Castelfidardo”. La sua vittoria rompe un’assenza italiana che durava ormai da venti anni. Quest’ultima affermazione è stata preceduta dalle vittorie in altri importanti concorsi internazionali. Ha suonato presso importanti sedi italiane quali Palazzo Montecitorio (Salone della Regina), Musei Capitolini (Sala dei Conservatori), Teatro Marcello, Villa Torlonia, Palazzo Gonzaga, Casa Menotti a Spoleto, Sala Accademica (Conservatorio di Santa Cecilia). Ha effettuato molte prime esecuzioni per i compositori Bruni, Di Cecca, Gioffrè, Morgantini e Munari. Ha partecipato a corsi di perfezionamento con insegnanti di fama internazionale come Corrado Rojac, Mika Vayrynen, Yuri Shishkin, Dario Flammini, Owen Murray, Jean Luc Manca.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento