Fermo – Tagliato il nastro del nuovo Pronto Soccorso

Fermo - Tagliato il nastro del nuovo Pronto Soccorso

Tre settimane e il nuovo Pronto Soccorso dell’Ospedale Murri di Fermo comincerà il suo lavoro.

Una struttura ampia e  iper tecnologica presentata oggi con un taglio del nastro che ha visto l’intervento delle più alte cariche istituzionali e politiche.

Un’opera che Gianmario Spacca e Almerino Mezzolani sono riusciti a far uscire dal cilindro di un’economia regionale un po’ traballante grazie anche agli impegni di  Ciccarelli e Genga.

Il fermano però, ne aveva proprio bisogno, come testimoniano le altissime cifre di accessi e persone servite dalla vecchia struttura.

Un edificio dai corridoi molto larghi, sale di attesa, ambulatori  diversi a seconda dei codici di urgenza, una zona riservata ai bambini: il  Pronto Soccorso più grande della Regione sta aspettando il 21 aprile per iniziare a lavorare. Le novità riguardano anche il personale, con il rientro dal Sant’Orsola di Bologna del primario Giostra e l’inserimento di altri tre infermieri.

 

Migliorie anche tecnologiche con l’inserimento di un macchinario a prevenzione dello choc settico, apparecchiatura che oltre Fermo è presente soltanto in altre due città italiane.

Soddisfazione da parte del direttore generale Carelli che negli ultimi mesi ha visto il rinnovo dei reparti di pediatria e ginecologia a ottobre, quello attuale del Pronto Soccorso e si prepara entro breve a presentarci il nuovo ultimo piano e, si spera prima possibile, la tanto agognata radiologia.

A benedire la nuova struttura la preghiera del vescovo Conti.

 

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento