Fermo – Tutti ad aspettare la Brambatti, si dimette o no?

Fermo - Tutti ad aspettare la Brambatti, si dimette o no?

Fermo resta in attesa. Dopo l’incontro di maggioranza di martedì in cui il sindaco Brambatti ha dovuto ritirare dal tavolo delle discussioni i punti programmatici che aveva preparato, la città è in balia delle decisioni della sindachessa che si era presa 24 ore di tempo per decidere se continuare oppure dimettersi.
A far scattare l’ennesima falla nella maggioranza il caso Daniele Fortuna, assessore tra i più fedeli, che ha prima presentato le sue dimissioni per poi ritirarle solo qualche ora dopo, riportato alla ragione dallo stesso sindaco.
Una nuova goccia che ha fatto traboccare il vaso della pazienza della stessa maggioranza che chiede chiarimenti e soluzioni in una situazione politica che sembra ormai disperata.
La Brambatti ha così raccolto le sue carte prendendosi del tempo per decidere il da farsi: continuare in una strada completamente in salita con una Giunta sempre ai limiti del nervosismo e Consigli Comunali dove ormai si rimbalzano solo i panni sporchi oppure lasciare Fermo ad un nuovo destino, peggiore o migliore chissà.
L’ultimo attacco ieri quello dell’ex Paolo Calcinaro, stupito e amareggiato da come le carte raccontino di un Asite che ha finanziato la stagione lirica già avviata per circa 100.000 euro contraddicendo tutte le passate dichiarazioni del Sindaco che non vedeva giustificate sponsorizzazioni da chi opera in regime di monopolio.
Il concetto che più risuona tra le parole dei fermani è che tutto sembri da troppo tempo una barzelletta, una farsa, una sceneggiata dalla quale si esce male, ma ci si sta dentro ancor peggio.
E si chiede cambiamento per una città che nonostante la sua bellezza, rimane ogni giorno un po’ più vuota e ogni giorno si sente più lontana dalla sua classe politica che sembra davvero fare tanta fatica a staccarsi dalla poltrona.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento