Festa dell’Europa, presentato il progetto pilota eco – aperitivo sostenibile

MACERATA – Con l’inaugurazione dell’esposizione dei lavori delle scuole che hanno aderito al progetto “La mia scuola per l’Europa”, lo show cooking “Ciauscolo chiama Europa” con lo chef Andrea Ciccioli e il Ludobus Logicup, ovvero giochi in legno per tutti, in piazza Vittorio Veneto, ha preso il via ieri la XIII edizione della Festa dell’Europa – For earth organizzata dal Comune di Macerata con la collaborazione della Pro Loco Macerata, main sponsor Contram, Palazzo Gentili e Pino Nero. Sponsor Wall Street Institute, Antinori Assifin – marchio Zurich, New Packing, CM Viaggi, Confartigianato Imprese Macerata-Ascoli Piceno – Fermo.

Su invito del Comune di Macerata ad aderire a un percorso didattico che prevedeva la possibilità per le scuole di inserire all’interno della programmazione della Festa dell’Europa 2019 i progetti, avviati autonomamente dagli istituti, sui temi e sugli argomenti inerenti all’Europa, hanno detto sì 6 scuole  – secondarie di primo grado “Enrico Fermi” e Convitto nazionale Giacomo Leopardi”, la primaria Convitto nazionale “Giacomo Leopardi”, le scuole dell’infanzia “Gianni Rodari”, “Goffredo Mameli” e “Helvia Recina –  per un totale di 13 classi e quasi 300 alunni.

Gli incontri didattici, finalizzati a favorire tra gli studenti la conoscenza dell’Europa, dell’Unione Europea, della cittadinanza europea e delle politiche e opportunità per i giovani, si sono svolti a partire dallo scorso mese di marzo per sfociare in questi giorni della Festa dell’Europa, nell’esposizione agli Antichi forni dove si possono ammirare lavori, giochi, video, materiale fotografico sulle bandiere nonché su cibo e usanze dei vari Paesi dell’Unione europea.

La mostra “La mia scuola per l’Europa”  è visitabile tutti i giorni fino all’11 maggio dalle 18 alle 23.  Il programma della Festa dell’Europa prosegue domani, venerdì 10 maggio, alle 18, ai Magazzini UTO dove l’emergenza climatica in Europa sarà al centro dell’ incontro informativo Che aria tira, a cura di Fridays for Future Macerata.

In questa occasione sarà presentato il progetto pilota eco-aperitivo sostenibile da mettere in campo per la prossima edizione della festa, un ulteriore tassello dell’impegno per un futuro ambientale sostenibile e nell’azione del cambiamento culturale da una logica usa e getta a quella del riuso. Alle 21.30 ai Giardini Diaz passeggiata per tutti nel territorio comunale con “Salute in Cammino – Macerata”.

Sabato 11 maggio, ultimo giorno della festa dell’Europa, alle 22 in piazza Mazzini, in programma il concerto di Riciclato Circo Musicale. In caso di maltempo l’iniziativa si svolgerà asl Teatro Don Bosco. Al via da ieri anche gli aperitivi europei a cui hanno aderito su base volontaria ben 68 esercizi commerciali di cui 37 adottano il Protocollo verde varato dal Comune di Macerata con l’obiettivo di ridurre il consumo della  plastica.

Oltre all’impegno nell’allestimento di piccole isole per il corretto smaltimento differenziato dei rifiuti, i 37 locali, debitamente segnalati nella mappa della Festa, si sono impegnati a eliminare la plastica monouso usando stoviglie biodegradabili e compostabili, servire acqua del rubinetto, eliminare gli sprechi alimentari evitando, inoltre, che gli “avanzi” finiscano nei rifiuti. A questo  proposito saranno riforniti di vaschette in mater-bi con coperchio.

Si tratta del primo esempio di progetto condiviso fra Amministrazione e pubblici esercizi di Macerata per promuovere la riduzione dell’impatto ambientale di eventi come la Festa dell’Europa che hanno il pregio di raccogliere migliaia di persone nella nostra città con risultati positivi economici, sociali e di immagine ma che determinano anche la produzione di una ingente quantità di rifiuti di vario tipo, in particolare plastica ed organico, a volte anche non correttamente separati.

Per quanto riguarda i servizi si ricorda che tutti i locali aderenti all’iniziativa sono dotati di bagni, quelli chimici sono posizionati  in fondo a corso della Repubblica, in vicolo Torri nei pressi dell’ex Oviesse, in piazza Oberdan vicino alle Poste mentre quelli pubblici di viale Trieste, piaggia dell’Università e via Berardi  sono aperti h 24.

Sul fronte smaltimento dei rifiuti le postazioni per la raccolta differenziata destinate agli utenti sono installate in piazza della Libertà, piazza Mazzini, piazza Vittorio Veneto, piazza Oberdan, via Garibaldi e piazza Annessione.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...