Giornata Mondiale dei diritti dell’ infanzia e dell’ adolescenza, ad Ancona protagonisti i bambini

ANCONA – Si sono aperti questa mattina nella sede municipale -alla presenza delle scolaresche-  gli eventi celebrativi della Giornata Mondiale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, che quest’anno compie 30 anni.  Organizzati in diverse sedi e in più giorni, predisposti  gli appuntamenti sono stati organizzati dall’Ufficio del Garante dell’infanzia delle Marche in collaborazione con gli assessorati alle Politiche Educative e ai Servizi Sociali del Comune di Ancona.   A portare l’attenzione della città e degli alunni sui contenuti della “La Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza 1989-2019” ha pensato l’Unicef, la cui presidente provinciale, prof. Paola Guidi, affiancata dall’assessore alle Politiche Educative del Comune di Ancona Tiziana Borini e da Andrea Nobili – Garante regionale dei diritti della persona; Italo Tanoni – Presidente regionale Marche per l’UNICEF.   Gli alunni degli Istituti Comprensivi di Ancona Posatora-Piano-Archi e Grazie-Tavernelle hanno presentato i loro elaborati svolti sul tema dei diritti – da tenere sempre alti- e sulla cittadinanza attiva

La Convezione-  è stato ricordato-   è uno strumento creato per gli adulti per la tutela dei minori, ma è fondamentale che bambini, adolescenti e giovani la conoscano e ne diventino i protagonisti. Il diritto alla vita, il diritto alla sopravvivenza e allo sviluppo, il diritto ad essere ascoltato in tutti i processi decisionali che lo riguardano, il diritto a non essere discriminato per razza, sesso, lingua, religione, considerando sempre l’interesse superiore del minore.

Dopo un incontro celebrativo con le istituzioni nell’Aula consiliare della Regione Marche, a Palazzo del Popolo gli eventi proseguono oggi pomeriggio a partire dalle ore 15,30 con  “Imparo chi sono dal modo in cui parli di me e da come ti comporti con me:  la relazione come strumento di costruzione dell’identità personale.”

E’ il primo di quattro seminari gratuiti rivolti alla cittadinanza, organizzati dal Centro per le famiglie comunale – L’Isola che c’è. Il ciclo dei seminari, intitolato “Il bambino come persona competente” tenuto dalla Prof.ssa Paola Nicolini, docente di psicologia dello sviluppo e dell’educazione presso l’Università di Macerata. Ricordando l’art. 3 della Convenzione per i diritti del fanciullo: “Quando un adulto ha a che fare con te deve fare quel che è meglio per te” si approfondirà il tema della relazione come strumento di costruzione dell’identità personale.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...