Giornate Nazionali dei Castelli e Giornate Europee del Patrimonio alla Rocca di Gradara

GRADARA – Il 24 e 25 Settembre 2022 si svolgerà la 23esima edizione delle “Giornate Nazionali dei Castelli” presso la Rocca Demaniale di Gradara, con un calendario ricco di convegni e iniziative a tema, a cui si aggiungono le “Giornate Europee del Patrimonio”.
GIORNATE NAZIONALI DEI CASTELLI
Le Giornate Nazionali dei Castelli continuano nel 2022, con il rinnovato patrocinio del MIC, a valorizzare per il grande pubblico e per gli studiosi le architetture fortificate di ogni scala e stato di conservazione: sono un asset italiano rilevante che, pur avendo perso le originarie funzioni difensive, rappresenta un volano culturale, storico, architettonico e turistico per tutti i territori del nostro paese, soprattutto per quelli più impervi o ancora fuori da rotte di visita consolidate.
Il filo conduttore delle visite è legato a centri abitati fortificati che hanno avuto nei secoli rilevante valore strategico. Le Marche dedicano allo straordinaria Rocca di Gradara, nell’omonimo borgo in provincia di Pesaro-Urbino, uno dei più belli d’Italia e teatro dell’amore di Paolo e Francesca, visite guidate e più itinerari previsti per sabato 24 e domenica 25 settembre.
GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO
A questa notevole iniziativa si aggiungono le “Giornate Europee del Patrimonio (GEP)”, un appuntamento fisso, promosso dal Ministero per i beni e le attività culturali, per riaffermare la centralità del patrimonio culturale e del suo valore storico, artistico, identitario.
Le Giornate Europee del Patrimonio (European Heritage Days), costituiscono il più partecipato degli eventi culturali in Europa, promosso dal 1991 dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea. Lo scopo della manifestazione è far apprezzare e conoscere a tutti i cittadini il patrimonio culturale condiviso e incoraggiare la partecipazione attiva per la sua salvaguardia e trasmissione alle nuove generazioni.
In Italia, com’è ormai tradizione, ogni anno aderiscono all’iniziativa moltissimi luoghi della cultura, tra musei, gallerie, aree e parchi archeologici, complessi monumentali, biblioteche e archivi, costruendo un’offerta culturale estremamente variegata, basata su un tema di riflessione comune, ogni anno diverso, e con un calendario che supera i mille eventi su tutto il territorio nazionale.
Si compone così uno straordinario racconto corale, che rende bene l’idea della ricchezza e della dimensione “diffusa” del Patrimonio culturale nazionale: da quello più noto dei grandi musei alle meno conosciute eccellenze che quasi ogni città può vantare e deve valorizzare. Un’occasione, inoltre, per far conoscere i progetti elaborati dai singoli istituti e per continuare a rafforzarne lo stretto legame con i rispettivi territori e con le loro identità culturali.
Di seguito il programma delle Giornate Nazionali dei Castelli e Giornate Europee del Patrimonio alla Rocca di Gradara:
 
SABATO 24 SETTEMBRE dalle 9 alle 23 (chiusura biglietteria 22.15)
Ore 10 Convegno: “La Rocca di Gradara, trasformazioni e restauri fino al XX secolo”
La Rocca Gradara, un gioiello dell’architettura fortificata italiana, frutto di diverse fasi ricostruttive che si sono succedute nel corso dei secoli fino all’ultimo grande intervento di restauro compiuto tra il 1921 e il 1923 ,che ha connotato l’edificio con una forte impronta di stile medioevale neo-medioevale. La Fortezza famosa anche per essere diventata il luogo evocativo della tragica storia d’amore di Paolo e Francesca.
In collaborazione con Comune di Gradara, Gradara Innova e Direzione Regionale Musei Marche. 
SALUTI ISTITUZIONALI:
FILIPPO GASPERI
Sindaco di Gradara
LUIGI GALLO
Direttore Regionale Musei Marche
 
MARCELLO VERDECCHIA
Presidente dell’Istituto Italiano dei Castelli – Sezione Marche
INTERVENTI:
 
DANIELE SACCO
Docente di Archeologia Cristiana e Medievale, Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”
 
“Gradara. Il senso del luogo”
DANIELE DIOTALLEVI
Istituto Italiano dei Castelli – Sezione Marche
Restauri in stile nelle Marche
 
“Gradara, e non solo”
FABIO FRATERNALI
Storico dell’arte, Gradara Innova
 
“Umberto Zanvettori e la rinascita della Rocca di Gradara”
CATERINA PAPARELLO
Funzionario Storico dell’arte, DRM Marche
 
“L’allestimento in stile della Rocca di Gradara tra gusto, mercato e museo di ambientazione”
 
STEFANO BRACHETTI
Direttore Rocca Demaniale di Gradara
 
“Una nuova prospettiva museografica per la Rocca di Gradara”
Dalle 19 alle 22 visite animate con “Umberto Zanvettori” (su prenotazione a pagamento).
 
 
N.B. biglietto d’ingresso al costo di 1€ dalle 18.30
DOMENICA 25 SETTEMBRE dalle 9 alle 19 (chiusura biglietteria 18.15)
Dalle 10 alle 17 “Vita nel Medioevo: un tuffo nel passato per riscoprire la
quotidianità nei castelli medievali”, animazione a cura dell’Associazione Culturale Corpo di Guardia di Gradara.

Commenti


commenti

Articoli Correlati

Loading...