Giorno del Ricordo, la Ugl Ascoli Piceno ricorda il massacro delle Foibe


ASCOLI PICENO – La segreteria UGL di Ascoli Piceno il 10 febbraio vuole ricordare il massacro delle Foibe per mantenere viva la memoria su una delle pagine più dolorose della storia d’Italia ricordando le sofferenze di quanti si videro costretti ad abbandonare per sempre le loro case in Istria e in Dalmazia.

“Avvenimenti drammatici -si legge nella nota dell’ organizzazione sindacale- che sono parte integrante della nostra vicenda nazionale che tutti noi abbiamo il dovere di ricordare e spiegare alle nuove generazioni . Con la legge del 30 Marzo 2004 n.92 il 10 febbraio del 2005 lo Stato Italiano ha riconosciuto tale data come “Giorno del Ricordo” al fine di conservare e rinnovare la memoria di quei ventimila Italiani torturati, assassinati e gettati nelle Foibe dalle milizie della Jugoslavia alla fine della Seconda Guerra Mondiale.

Per comprendere a fondo il fenomeno del massacro delle Foibe bisogna andarne a ricercare le radici nella contesa secolare tra popolazione italiana e popolazione slava per il possesso dei territori. Alla fine della Prima Guerra Mondiale gli slavi videro sottrarsi una cospicua fetta dell’Istria dagli italiani e si ritrovarono a vivere sotto il dominio straniero. Tutto ciò generò malcontento e reazioni di violenza soprattutto dopo l’armistizio dell’8 Settembre del 1943. I partigiani jugoslavi iniziarono a rivendicare il possesso di quei territori, torturando e gettando nelle foibe i fascisti italiani e non solo.

L’esercito di Tito marciò verso i territori giuliani nel 1945 per riappropriarsi di Trieste e dell’Istria, obbligando gli italiani che abitavano quelle zone ad abbandonare la propria terra. Molti furono uccisi, gettati nelle foibe o deportati nei campi sloveni e croati fino al1947 quando la Jugoslavia riottenne le province di Fiume, Zara, Pola e di altri territori grazie al trattato di Parigi. Trieste tornò sotto il controllo dell’Italia solo nel 1954.
A oggi sono state trovate più di 1700 Foibe”.

L’Ugl nel ricordare questo capitolo di storia si auspica di estendere il giorno del ricordo come materia scolastica per le generazioni odierne e future. Quindi parliamone nelle scuole per non dimenticare.

Per rendere omaggio a tutti i caduti una delegazione dell’Ugl di Ascoli Piceno, composta dalla Segreteria Regionale e dal Segretario Prov.le Carlo Narcisi e dai Segretari di categoria Roberto Costantini e Simone Matteucci, sarà presente domani alla commemorazione alla presenza del Sindaco di Ascoli Piceno, Marco Fioravanti, che si terrà alle ore 19 in Piazza Martiri delle Foibe.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...