Giro delle Marche in Rosa: Bujak, Fidanza e Cipressi le più veloci a cronometro

RECANATI – Spettacolo nello spettacolo tra pomeriggio e sera a Recanati dove si sono sfidate le migliori rappresentanti del ciclismo femminile nazionale ed internazionale in occasione della brevissima cronometro d’apertura che ha aperto in grande stile la terza edizione del Giro delle Marche in Rosa.

Il punto nevralgico di Recanati è sicuramente la piazza principale, intitolata all’illustre poeta Giacomo Leopardi nonché il salotto buono cittadino: mai scelta è stata più azzeccata dagli organizzatori della Born to Win e della Sca Offida per coinvolgere il pubblico (con l’uso della mascherina e il distanziamento sociale rispettati come da normativa vigente) e regalare un primo assaggio di grandi sfide in vista del Giro Rosa e del Mondiale ad Imola, senza dimenticare le potenzialità di questa tre giorni marchigiana tutta in rosa che continua a riscuotere consensi sul piano tecnico e sportivo (con la presenza del commissario tecnico azzurro Dino Salvoldi) oltre alla vicinanza delle istituzioni (Regione Marche e amministrazione comunale di Recanati).

Galvanizzata dalla recente conquista della medaglia di bronzo agli europei a cronometro a Plouay, Carlotta Cipressi (Re Artù General System – 4’36”73) ha fatto registrare il miglior tempo tra le juniores davanti a Matilde Bertolini Pirrone (Valcar Travel&Service – 4’38”13), Alessia Patuelli (Breganze Millenium – 4.39’41”), Eleonora Gasparrini (V02 Team Pink – 4.43’65”) e Alice Palazzi (Re Artù General System – 4.47’17”).

Tra le under 23 la migliore è risultata Martina Fidanza (Eurotarget Bianchi Vittoria – 4.32’26”) davanti a Chiara Consonni (Valcar Travel&Service – 4’37”90), Elena Pirrone (Valcar Travel&Service – 4’37”91), Silvia Pollicini Valcar Travel&Service – 4’40”67) e Debora Silvestri (Top Girls Fassa Bortolo – 4’42”24).

Ad imporsi nella categoria èlite Eugenia Bujak (Alè BTC Ljubljana – 4’31”21): suo il miglior tempo assoluto facendo meglio di Silvia Persico (Valcar Travel&Service – 4’35”20), Tatiana Guderzo (Alè BTC Ljubljana – 4’35”26), Martina Alzini (Valcar Travel&Service – 4’37”68) e Rossella Ratto (Fiamme Azzurre – 4’38”65).

Tra le atlete più applaudite Claudia Cretti (Born to Win G20 Boiler Parts Ambedo) che è tornata a respirare la grande atmosfera delle corse agonistiche con le ragazze della categoria élite dopo il terribile incidente al Giro Rosa nel 2017.

Foto Flaviano Ossola

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...