Concorso di Poesia

GIUNTI AD ASCOLI QUASI 600 VOLONTARI DEL REGGIMENTO PICENO, IL SALUTO DELLA CONFCOMMERCIO

GIUNTI AD ASCOLI QUASI 600 VOLONTARI DEL REGGIMENTO PICENO, IL SALUTO DELLA CONFCOMMERCIO

Sono quasi 600 i volontari del 235° Reggimento Piceno, giunti da pochi giorni ad Ascoli per frequentare il corso di addestramento del 1° Blocco 2015, che vedrà il momento più importante nel “Giuramento” previsto per il prossimo giovedì 30 aprile, quando arriveranno in città anche tanti loro parenti ed amici, che nell’arco della permanenza media di due giornate rappresenteranno una utile “boccata di ossigeno” per le imprese turistiche della città. E così, anche in concomitanza con l’inizio del 1° corso e come ormai avviene con puntualità dal 2009, il presidente Confcommercio, Delegazione di Ascoli, Ugo Spalvieri, ed il direttore Giorgio Fiori, hanno rinnovato anche ai nuovi arrivati, il saluto di benvenuto dei commercianti della città, presentando in particolare alla gremitissima platea la brochure “Benvenuti Soldati”, che elenca i “100 e più esercizi della città” (ne sono 123) che mettono a disposizione dei volontari e del personale stanziale del Reggimento Piceno, sconti e promozioni su beni e servizi, di cui i destinatari possono necessitare durante la loro permanenza nel Piceno. Accompagnati dall’aiutante maggior col. Stefano Di Donato,    in rappresentanza del comandante col. Aniello Santonicola, da sempre entusiasta dell’iniziativa di Confcommercio, Spalvieri e Fiori si sono in primo luogo compiaciuti per la presenza, mai vista così nutrita di quasi 600 volontari, che riconferma come la Caserma Clementi continui a funzionare a pieno ritmo, senza temere in alcun modo per il futuro tagli e ridimensionamenti. I dirigenti Confcommercio si sono quindi piacevolmente intrattenuti con le reclute, illustrando i contenuti e le finalità del’iniziativa “Benvenuti Soldati”, che oltre a rappresentare un caso unico in Italia, attraverso l’elenco delle imprese che raccoglie, vuole essere una sorta di percorso all’interno della città, per consentire agli stessi allievi, durante la loro permanenza ad Ascoli, di apprezzarne ancora di più le tante qualità e bellezze e di esserne poi dei buoni testimonial una volta tornati nelle proprie località d’origine

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento