Gli studenti dell’Agrario di Macerata vincono il concorso Sulla via delle parità nelle Marche

MACERATA – Le classi prima e quinta A dell’Istituto Agrario di Macerata hanno vinto il concorso Sulla via delle parità nelle Marche, patrocinato dalla Commissione regionale Pari Opportunità e dal Consiglio delle donne del Comune di Macerata, in collaborazione con il Sistema museale dell’Università di Camerino e di Cgil, Cisl e Uil Marche. Il lavoro vincitore della sezione A – Il viale delle Giuste è Monologo di una staffetta.

L’idea di scrivere l’opera è nata dopo il commovente incontro tra gli studenti e la partigiana Nunzia Cavarischia. In un lungo abbraccio corale, generazioni diverse e distanti si sono ritrovate sospendendo nell’ascolto il tempo della storia. Hanno dato suoni e colori alle parole della partigiana: il racconto delle corse in bicicletta da Caldarola a Borgiano, da Tolentino a Fiastra, da Acquacanina a Valcimarra.

Il ricordo del buio e dei bagliori; il terrore della fame e del freddo; il dolore vissuto e non dimenticato per il distacco dalle persone care; la commozione profonda e presente nel ricordo di Livio Cicalè, che pur trovandosi in una situazione di pericolo estremo non esitò a tornare indietro per tentare di salvare il compagno perdendo la propria vita. La memoria narrata ha attraversato paesaggi quotidiani, cime di monti, luoghi come Serrapetrona, Caccamo e Caldarola, e ha restituito identità a uomini e donne.

Il concorso ha coinvolto tutte le scuole di ogni ordine e grado ed è stato orientato alla riscoperta e alla valorizzazione del contributo delle donne marchigiane alla costruzione della società. 

Per le ragazze e i ragazzi dell’IIS “Garibaldi”, diretto dalla prof.ssa Antonella Angerilli, si è trattata di un’occasione per operare nella didattica in forma laboratoriale e in modalità cooperativa tra le classi, e per intraprendere un percorso di trasmissione della memoria storica. 

I vincitori, accompagnati dalla loro docente di Storia, Grazia Di Petta, sono stati premiati nella sala Li Madou del Palazzo della Regione ad Ancona con la motivazione: “Una donna giusta nella sua vicenda personale e politica quella che i ragazzi e le ragazze dell’IIS G.Garibaldi hanno scelto di raccontare nel loro lavoro. Nunzia Cavarischia, la protagonista di questo bellissimo monologo, ha saputo coinvolgere ed emozionare con le sue parole e con il suo canto. Dall’altra parte, e questo ha colpito la commissione, questi giovani studenti hanno saputo ascoltare, capire e fare propria una storia di vita rendendo la storia di tutti e di tutte noi”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...