Grande festa ad Acquaviva Picena per l’intitolazione del campo sportivo a Vincenzo Mora

ACQUAVIVA PICENA – Acquaviva Picena ha vissuto un pomeriggio di grande festa e di forti emozioni con l’intitolazione del campo sportivo a Vincenzo Mora storico presidente della locale formazione di calcio, nell’ambito dei festeggiamenti per il cinquant’anni dell’Acquaviva. All’evento hanno partecipato gli ex arancioblù (recenti e non) e una delegazione di ex calciatori della Samb con le due formazioni che si sono affrontate in una scoppiettante partita di calcio.

Il primo atto del pomeriggio di festa è stato un torneo di giovanissimi atleti che ha visto in campo le squadre di Acquaviva, Vit 97, Ripatransone, Grottammare e Sambenedettese, seguito dalla scopertura della targa dedicata a Vincenzo Mora. Si è trattato di una cointitolazione, in effetti, visto che alla fine degli anni ’60 l’amministrazione acquavivana dell’epoca intitolò l’impianto sportivo a Rossi Panelli, proprietario del terreno sul quale esso fu costruito, mentre nel linguaggio comune il campo è stato chiamato finora “Fausto Coppi”, visto che sorge lungo la strada dedicata al grandissimo ciclista piemontese.

«Ho conosciuto personalmente Vincenzo Mora – sono state le parole del sindaco Pierpaolo Rosetti nel corso della cerimonia, durante la quale Don Alfredo ha proceduto alla benedizione della targa – e le lacrime di commozione che sto vedendo ora, testimoniano quanto Mora abbia fatto del bene alla popolazione tutta, con cuore, impegno e spirito di sacrificio, sia nello sport che nella vita quotidiana. L’amore di questa persona prosegue adesso con la sua famiglia, leale e rispettosa come lo era lui, mentre questa amministrazione ha già stanziato 200mila euro per migliorare gli impianti sportivi cittadini, iniziando dal palazzetto».

Erano presenti la moglie di Mora, Giuliana e i figli Massimiliano («sono orgoglioso di aver rilevato il testimone di mio padre, che porto sempre dentro di me») e Melissa, oltre all’assessore Barbara Riga e alla consigliera Franca Vertemati.

Più spensierata è stata la partita di calcio tra ex dell’Acquaviva e della Samb che si è conclusa con un salomonico pareggio (7-7 il risultato finale) che ha visto sugli scudi l’inossidabile bomber rossoblù Giorgio Lunerti e il vice sindaco di Acquaviva Luca Balletta, entrambi autori di quattro reti. Sono stati ricordati anche alcuni personaggi arancioblù scomparsi come Quinto Troli e Pietro Pierantoni.

Il decano degli ex rossoblù Paolo Beni è stato omaggiato con una targa ricordo, mentre tanti sono stati gli applausi riservati a tutti i giocatori, con il Bomber Francesco Chimenti in primis. La proiezione di un applaudito video sulla storia dei cinquant’anni dell’Acquaviva e di quello realizzato dai ragazzi della Curva Nord della Samb sui fasti dello stadio “Ballarin” hanno concluso la piacevole serata.

dav

 

dav

 

sdr

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...