Grande successo per il camp Un mare di divertimento della Sordapicena e Coda Italia


SAN BENEDETTO – Si è conclusa la seconda settimana del Camp “Un mare di divertimento” organizzato a San Benedetto dalla Sordapicena e da Coda Italia. Un’edizione da record che ha visto la partecipazione di 75 bambini sordi, udenti e Coda (figli udenti di genitori sordi), 30 dal 18 al 25 giugno e 45 dal 10 al 16 luglio, affiancati da educatori sordi e interpreti o assistenti alla comunicazione udenti, che hanno reso accessibili in lingua dei segni tutte le attività.

Gli iscritti hanno pernottato gratuitamente presso l’ostello Ipsia di San Benedetto, gestito da diversi anni dalla Sordapicena nell’ottica inclusiva che da sempre caratterizza le sue iniziative. Il Comune di San Benedetto, tramite l’assessore ai servizi sociali Andrea Sanguigni, ha voluto supportare l’evento concedendo il patrocinio e un contributo.

Tantissime sono state le attività: sport acquatici presso la Lega Navale, parco avventura, acquapark, mare, escursioni, ma su tutte spicca “Una notte al museo del mare” dove, grazie alla guida di Francesca Vitelli e delle sue colleghe, i bambini hanno partecipato a una caccia al tesoro, osservato il rientro in porto dei pescherecci e lo scarico del pesce, riposati qualche ora all’interno del museo e infine assistito all’asta all’interno del mercato ittico per concludere con una colazione davanti allo spettacolo dell’alba sul porto.

«Siamo orgogliosi della nuova prestigiosa collaborazione nata quest’anno con la Gallaudet University Washington DC» ha dichiarato il presidente della Sordapicena Denis Mangiola.

I bambini hanno avuto, infatti, la possibilità di allenarsi con Liza Eleonora Offreda, che alla Gallaudet guida la squadra femminile di calcio a 11, imparando che «se si gioca come una squadra si vince tutti – come sottolineato dalla Presidentessa di Coda Italia Susanna Di Pietra – come nella collaborazione con la Sordapicena che ci ha portato in tre anni da 25 iscrizioni a 75. L’obiettivo è di replicare il prossimo anno e di coinvolgere sempre più bambini a godere di un mare di divertimento».

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...