Grottammare, all’asilo nido Pollicino nessun bimbo in attesa

Fermo - Bando per la realizzazione del nuovo asilo nido.


GROTTAMMARE – Nessuna lista di attesa per il nido comunale. Contrariamente alla tendenza nazionale che registra una media di 4 bambini su 5 ad aspettare che si liberi un posto (dati risultanti dallo studio “Chiedo Asilo”,  presentato dall’Ufficio valutazione impatto del Senato), il centro infanzia comunale Pollicino inizierà, lunedì prossimo, l’anno educativo 2018/2019 a pieno regime e con la copertura di tutti i posti disponibili.

Il centro per l’infanzia Pollicino può accogliere 20 bambini e non è stato necessario stilare nessuna graduatoria di ammissione, fanno sapere dall’ufficio Servizi sociali: “Ci sono 2 domande in attesa, ma le famiglie non hanno impellente necessità di inserimento – precisano – In realtà non facciamo graduatorie da 4 anni, ma in passato i posti disponibili non venivano coperti, mentre quest’anno il nido è in piena ricettività”.

Il servizio del Centro Infanzia comunale “Pollicino” è rivolto a bambini piccolissimi, da tre mesi a tre anni. L’attività è svolta da educatori professionisti, dal lunedì al venerdì, dal mese di settembre fino al mese di luglio. Per rispondere alle esigenze delle famiglie il servizio è strutturato  in fasce temporali di frequenza, dalle 7.30 alle 18.

Nel corso dell’estate, l’amministrazione comunale ha provveduto a rinnovare per altri 4 anni  il contratto di affitto dell’immobile che ospita il nido, in via Toscanini, con annessa corte di circa 300 mq per le attività all’aperto. Nel nuovo accordo, che decorre a partire da sabato 1 settembre, il canone annuo di locazione è stato ribassato e fissato in 12.261,51 € e il locatario si è impegnato ad eseguire una serie di migliorie: applicazione di pellicole di sicurezza – antinfortunio su tutte le superfici vetrate interne ed esterne secondo quanto previsto dalla normativa En12600 con relativa certificazione di conformità dell’impianto;  disinfestazione organica (minimo 2 applicazioni) contro le blatte e altri eventuali infestanti; fornitura del certificato di conformità dell’impianto elettrico nella sua interezza, anche a seguito delle più recenti modifiche apportate.

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...