“Grottammare e Cupra Marittima rischiano di perdere la guardia medica notturna”, il grido d’allarme di Fabio Urbinati (Italia Viva)

SAN BENEDETTO – “Dopo le aree interne e i comuni collinari, anche Grottammare, Cupra ed altri comuni rischiano di perdere la guardia medica la notte dei giorni feriali”. Quesato il grido d’allarme lanciato da Fabio Urbinati, coordinatore regionale di Italia Viva.

“La notizie è allarmante -aggiunge Urbinati- e conferma le preoccupazioni di Italia Viva in tutti i territori della nostra regione. Togliere il servizio notturno della guardia medica, nei giorni feriali, ad un territorio di più di 30.000 abitanti è un rischio e una responsabilità enorme che la regione si assumerà. Lo vediamo anche come un segnale di resa della direzione dell’AV5 che evidentemente non riesce o non vuole forzare sulla regione per maggiori dotazioni di personale.

Il ruolo della guardia medica è indispensabile, soprattutto nelle ore notturne per guidare il paziente in base alla patologia riscontrata e farlo accedere al  sistema di protezione garantito dalla rete clinica regionale. Non crediamo che il servizio possa essere sostituito da San Benedetto in un territorio così grande. La guardia medica -prisegue l’espoonente renziano- è un’offerta domiciliare e non ambulatoriale. Ciò metterà in difficoltà anche il servizio nella città di San Benedetto dove gli operatori si troveranno a coprire un’area di oltre 70.000 abitanti.

Siamo ormai a certificare il fallimento di questa giunta regionale. Dopo le aree interne si indebolisce l’offerta sanitaria territoriale anche sulla costa. Invito I consiglieri regionali di questo territorio a porre rimedio attraverso il ruolo che la legge e cittadini del Piceno gli hanno assegnato. Così non si va avanti, governare la sanità impone rigore, serietà e competenza. La regione -conclude Urbinati- ci ripensi e torni indietro da questa scelta troppo azzardata, la situazione dei nostri ospedali e del nostro personale è già al limite! Non fatelo”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...