Grtottammare, trentenne algerino arrestato dai Carabinieri per tentanta violenza sessuale e furto

GROTTAMMARE – Nel pomeriggio di ieri 2 marzo i carabinieri del Norm di San Benedetto hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un algerino (con vari precedenti penali) residente a Grottammare. L’uomo è accusato di tentata violenza sessuale e furto. Il 5 febbraio scorso l’algerino ha incontrato in una discoteca di Martinsicuro due ragazze (una rumena e una moldava) residenti a Grottammare. L’uomo, al termine della serata, si è offerto di riaccompagnarle a casa.

Una volta arrivati ha fatto scendere prima la ragazza moldava, poi ha richiuso lo sportello e ha portato la 20enne romena a casa sua. L’ ha buttata sul letto e contro la sua volontà ha tentato di violentarla, strappandole anche i vestiti. Nel frattempo però l’amica aveva capito tutto e aveva chiesto aiuto ai carabinieri. Una pattuglia del Nor si trovava a passare in viale De Gasperi, sul lungomare sud di Grottammare intervenendo prontamente.

Quando i militari del maggiore Pompeo Quagliozzi hanno fatto irruzione nell’appartamento la ragazza era distesa sul letto seminuda, con gli abiti stracciati e spaventatissima. Alla vista di Carabinieri l’algerino, noto alle forze dell’ordine, ha detto che era tutto un malinteso in quanto fidanzati. Ma la donna, scuotendo la testa, ha fatto capire che stava mentendo.

E così è scattata la denuncia per tentata violenza sessuale e per furto del portafoglio della ragazza romena trovato in casa dell’ algerino senza soldi. E ieri pomeriggio ai polsi dell’ uomo sono scattate le manette su provvedimento emesso dal Gip del Tribunale di Fermo ed è stato tradotto nel carcere di Marino del Tronto.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento