Guitalian Quartet, quattro chitarre magiche all’Accademia Malibran di Altidona

di Antonio De Signoribus

ALTIDONA – Torna la musica classica all’Accademia Malibran di Altidona; in questa occasione protagonista sarà la chitarra classica. Sabato 8 ottobre alle 21,15, presso la Sala Colonna, si esibirà il gruppo Guitalian Quartet. La formazione è composta da quattro straordinari solisti: Guido Fichtner, Claudio Marcotulli, Stefano Palamidessi e Adriano Walter Rullo che si sono affermati nei più importanti Concorsi Nazionali ed Internazionali per chitarra.

È proprio attraverso questa giovanile partecipazione ai Concorsi che i quattro chitarristi si sono conosciuti ed hanno stabilito un reciproco rapporto di stima professionale ed amicizia e in seguito di sodalizio artistico. Il quartetto propone un repertorio prezioso e assai godibile, addetto sia agli ascoltatori più esigenti che al grande pubblico, con musiche di Rossini, Dyens, Bizet, Sollima. La chitarra è strumento tra i più difficili da suonare ad alto livello, ma anche tra i più riconoscibili e popolari.

Per questo motivo i concerti del Guitalian Quartet sono sempre vivamente apprezzati dal pubblico nelle più importanti sale concertistiche sia in Italia che all’estero.

“È sempre un’occasione speciale per me un concerto di chitarra- sottolinea il presidente dell’Accademia nonché direttore artistico, Rossella Marcantoni-la chitarra entra spesso nelle esperienze della mia mia famiglia: mio figlio Rocco ha studiato chitarra con il Maestro Marcotulli, mio padre si diletta nell’arte della liuteria costruendo chitarre artigianali. Oltre a ciò respiro “aria di casa” con il Guitalian Quartet, per esperienze artistiche condivise con alcuni di loro e per la professione dell’insegnamento che condividiamo. Ma l’unico, vero motivo per esserci è che, sicuramente, sarà un bellissimo concerto “.

Eh, si, perché la chitarra per dirla con con Andres Segovia “ è una piccola orchestra. Ogni corda è un colore differente, una voce differente”. E “un giorno anche la guerra si inchinerà al suono di una chitarra”. Si spera che Jim Morrison abbia ragione.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...