SAN BENEDETTO – Prosegue incessante l’attività di contrasto dei Carabinieri allo spaccio di droga ad Ascoli Piceno ed a San Benedetto del Tronto dove, negli ultimi giorni, sono stati effettuati due arresti per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo “hashish”.

A San Benedetto del Tronto, un giovanissimo, sconosciuto alle Forze dell’Ordine, è stato trovato in possesso di 58 grammi di “hashish” nonché di un coltello a serramanico mentre ad Ascoli Piceno, un 50enne pregiudicato, fermato in area sensibile, è stato trovato in possesso di una dose sempre di sostanza psicotropa del tipo “hashish”.

In questo caso, è stato l’atteggiamento dell’uomo che ha destato sospetto tanto da spingere i militari ad effettuare una perquisizione domiciliare presso la sua abitazione ove sono stati rinvenuti 70 grammi della stessa sostanza stupefacente, bilancini di precisione e materiale idoneo al confezionamento delle dosi.

La sostanza stupefacente, ovviamente, è stata sottoposta a sequestro e messa a disposizione dell’Autorità Giudiziaria ascolana che, a breve, potrà ascoltare la versione dei fatti di entrambi gli arrestati.

L’operato dell’Arma continuerà in maniera sempre più incisiva su tutto il territorio provinciale allo scopo di prevenire ed arginare il pericoloso fenomeno delittuoso della compravendita di stupefacenti che nel periodo estivo diventa ancora più diffuso, sempre pronti ad intervenire in caso di necessità dei cittadini.