I primi trenta anni degli psicologi delle Marche

ANCONA – Anniversario d’eccezione per l’Ordine degli Psicologi delle Marche, con un evento ad hoc per celebrare il traguardo dei trenta anni.

Presenti per la cerimonia del primo trentennale alcuni psicologi che, a vario titolo, hanno vissuto in prima persona l’evoluzione dell’ordine professionale dal 1991 ad oggi: pionieristica in questo senso l’attività promossa dalla prima Presidentessa di OPM, la dottoressa Marialaura Veronesi, che ha narrato i cambiamenti della professionalità della psicologia, dai riconoscimenti legislativi alle prime contrattualizzazioni.

“Invecchiare non è mai bello, ma arrivare a ottanta anni e poter assistere ai primi trenta anni di anniversario dell’Ordine che si ha contribuito a formare dà un senso alla carriera e quindi alla vita” ha affermato la Dottoressa Veronesi, che per prima aveva costituito l’Ordine degli Psicologi con sede presso la città di Fano, del tutto priva di sostentamenti economici ed attrezzature all’avanguardia. Solo dopo alcuni anni la sede si spostò da Fano ad Ancona, mentre è del 2012 l’acquisizione dei locali di Via Calatafimi.

Ad intervenire per portare il proprio contributo personale per la celebrazione dei primi trent’anni ordinistici sono stati i precedenti Presidenti Maurizio Micozzi, Bernardo Gili e Luca Pierucci. Come consiglieri, a vario titolo, sono intervenuti Roberto Reale, Franco Burattini, Emilia Brunori e Assunta Lombardi. Dal mondo accademico ha partecipato all’evento la Professoressa Ordinaria presso l’Università degli Studi di Urbino Carmen Belacchi.

Al tavolo dei relatori, insieme all’attuale presidente Katia Marilungo, erano presenti i consiglieri Federica Guercio e Aquilino Calce, entrambi psicologi psicoterapeuti. L’attuale Presidentessa ha inoltre consegnato ad alcuni presenti gli attestati di benemerenza per celebrare il loro impegno nel mondo della psicologia.

In trenta anni l’Ordine degli psicologi marchigiani, passato da 250 iscritti a 2800, ha sempre mantenuto la stessa segretaria, Monica Benetti che è stata ringraziata calorosamente dai presenti per passione e impegno profuso nel tempo. Non sono mancati momenti di commozione e di sincera stima fra i presenti, auspicando la ripetizione di celebrazioni analoghe in modalità covid free per permettere una più ampia partecipazione agli iscritti.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...