Il chitarrista di Vasco Rossi Stef Burns e Peppino D’Agostino il 9 marzo sul palco del Teatro delle Energie di Grottammare


GROTTAMMARE – Stef Burns famoso chitarrista statunitense di Vasco Rossi si esibirà in concerto con Peppino D’Agostino (noto chitarrista) il 9 marzo al Teatro Delle Energie di Grottammare. Sarà un vero e proprio tributo alle chitarre, dove la bravura ed il soul dei due artisti si fonderanno tra il suono della Gibson di Stef e la Godin di Peppino.

Il chitarrista di Vasco ha già suonato sulla costa adriatica, con musicisti professionisti della nostra provincia, il batterista dei Vizi e Virtù Marco Ciabattoni, il bassista dei Vizi Fabrizio Panichi, il chitarrista della cover Deep Purple ed Iron Maine Fabrizio Sgattoni, le voci di Roberto Cenci, cover Iron Maine, e Franco Sgattoni cantante delle cover Led Zeppelin, Deep Purple e la band Battle Ram.

Dando vita ad un medley di brani rock più incisivi del passato, tipo Jimi Hendrix, Van Halen, Alice Cooper.

È una collaborazione che va avanti da molti anni all’insegna di una reciproca stima e una grande amicizia quella tra Stef Burns, chitarrista elettrico e cantautore californiano – sul palco con Vasc Rossi dal 1995 – e Peppino D’Agostino, virtuoso italiano trapiantato negli Stati Uniti – eletto nel 2007 miglior chitarrista acustico al Guitar Player Readers Choice Award.

Il duo, che ha realizzato insieme anche l’album Bayshore Road edito nel 2005 per Favored Nations, etichetta di Steve Vai e composto la musica per il singolo di Vasco Rossi da cui prende il nome il tour “Stammi Vicino”, tornerà sui palchi in Italia a Marzo. Le date ad oggi confermate sono: 5 Marzo – Pianezza (To) – Vertigo Club; 6 Marzo – Bologna – Bravo Cafè; 7 Marzo – Buccinasco (Mi) – Mister Fantasy; 9 Marzo – Grottammare (AP) – Teatro delle Energie; 10 Marzo – Roma – Killjoy.

«”Stammi Vicino” -dichiarano Stef Burns e Peppino D’Agostino- ci sembrava il giusto messaggio da trasmettere in questo momento particolare, il mondo della musica ha bisogno di supporto e di scambio tra gli artisti e il pubblico, è per questo che abbiamo ripreso il titolo della canzone a cui abbiamo collaborato come nome del tour. Le nostre sonorità sono complementari, questa collaborazione ci da sempre l’occasione di metterci alla prova e fare quello che più ci piace: sperimentare e fondere tecnica e passione».

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...