Il comitato territoriale di Ancona della Confartigianato a confronto con l’assessore Ida Simonella

ANCONA – Si è tenuto ieri sera presso la sede Confartigianato un tavolo di confronto tra il comitato territoriale di Ancona della Confartigianato e l’amministrazione comunale presente nella persona dell’assessore al Bilancio Ida Simonella.

Tante le voci degli imprenditori che hanno palesato difficoltà nelle diverse zone della città legate principalmente a infrastrutture e arredi urbani carenti che generano inevitabili problematiche di sicurezza percepita e reale per l’assenza di controlli.

I lavori sono stati aperti dal segretario generale Marco Pierpaoli che si è soffermato sulle difficoltà delle imprese legate alle limitazioni imposte dall’emergenza sanitaria da Covid e dalle restrizioni imposte dall’ultimo DPCM di Ottobre che rischia di compromettere tutto il comparto della somministrazione a causa dei pesanti vincoli orari.

Tema centrale della discussione è stata la problematica legata ai dehors, coperture e paratie per le aziende di somministrazione, ancora troppo vincolati a pareri sovracomunali e a vincoli burocratici che rallentano in modo decisivo la possibilità per molte imprese di poter lavorare nel periodo invernale ormai alle porte.

C’è urgenza – dichiarano le imprese – e se i tempi politici e della burocrazia non coincidono con quelli delle imprese, rischiamo di chiudere – le parole di Gabriele Capannelli di Bontà delle Marche.

Tra gli altri temi trattati dalle Imprese di Confartigianato: l’area di piano San Lazzaro dimenticata e troppo poco controllata con un mercato ambulante fiore all’occhiello del commercio Anconetano abbandonato a se stesso; via Marconi e la sua pista ciclabile che ha sottratto moltissime aree di sosta di servizio per i clienti delle imprese; un centro città ancora troppo “Garibaldicentrico”.

Un plauso lo dobbiamo – dichiara Paolo Longhi presidente comunale di Confartigianato – al sostanzioso contributo di 800.000€ messo in bilancio per la TARI e 1.200.000€ per la riqualificazione di via Mattei, del water front e dell’area degli archi.

A tal proposito – ricorda l’assessore Simonella – la consegna del cantiere per la ristrutturazione di via Mattei è prevista per Sabato 17 ottobre.

Quello che manca su ogni decisione presa, è la concertazione e la condivisione delle scelte con gli interlocutori – dichiara Luca Casagrande responsabile territoriale di Confartigianato. Lo stesso, in ultima battuta, pone anche l’accento sulle opportunità che tutte queste opere di riqualificazione  devono generare per le nostre aziende rimettendo in moto quell’indotto fatto di piccole e micro imprese, da sempre vitali per la nostra città.

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com