Il poeta ed esperantista Fabio Strinati omaggia l’attrice romana Mirella D’Angelo


ANCONA – E’ uscito da pochissimi giorni “Toscana – Venezia solo andata“, edito da Calibano Editore, una deliziosa raccolta poetica dello scrittore marchigiano Fabio Strinati dedicata all’ attrice romana Mirella D’Angelo che decide di dedicare all’attrice romana l’intero lavoro (Copertina originale: Flavio Berti. Prefazione Zairo Ferrante. Postfazione: Rocco Rosignoli).

Breve introduzione del libro. “Un giovane poeta s’innamora perdutamente del suo viaggio. Un sentiero che lo porterà a scrutare, col binocolo della curiosità, luoghi e paesaggi pregni di natura e di Storia. Luoghi osservati con minuziosità, attraverso gli occhi di chi è appassionatamente stregato, a tratti, dal proprio flebile peregrinare. Una silloge poetica che, come un lungo diario di viaggio, tanto assomiglia a una storia vissuta in solitaria, all’interno di un percorso completamente assorto che, con naturalezza, sfocia in immagini nella mente dell’autore”.

“Quando iniziai a scrivere il libro -dice Fabio Strinati– fin da subito, mi resi conto (tra un verso e l’altro) che un vuoto doveva essere colmato.Percepii una sensazione strana, come di smarrimento e così, impiegai davvero un attimo a capire che soltanto Mirella poteva riempire quello spazio, quella dimensione che tanto assomigliava ad un angolo nel
chiaroscuro.

Non le dissi nulla. La portai con me, al mio fianco, per tutta la durata del viaggio. Ho ascoltato il mio cuore e mi sono sintonizzato con le frequenze più genuine del mio essere; con Mirella è un po’ come tenersi per mano: ogni verso del libro gli assomiglia, nel carattere e nei lineamenti. Ogni poesia, indossa il sorriso del suo sguardo. La freschezza dei suoi occhi”.

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...