Il sindaco di Ancona Mancinelli scrive al premier Conte ed al ministro De Micheli in merito all’ uscita del Porto-ultimo miglio

ANCONA – Il sindaco di Ancona Valeria Mancinelli ha scritto al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e alla Ministra Paola De Micheli, a seguito dei risultati del lavoro del tavolo tecnico sull’Uscita dal Porto del 23 luglio scorso, a cui aveva partecipato in videochiamata lo stesso premier.

Così come concordato in quella sede con le istituzioni del territorio, le associazioni di categoria,  parti sociali e il cluster portuale, la città ha sollevato precise richieste sulle opere, che dovranno determinare il futuro assetto della connessione porto-grande viabilità.

Le richieste sono tre:

1) individuata l’uscita a Nord come opera prioritaria tra quelle previste nel documento del Mit ITALIA VELOCE, occorre che vengano individuate e assegnate rapidamente le risorse di 99,61 milioni di euro necessarie alla sua realizzazione, così come individuate nella prima fase di progettazione Anas. L’impegno del governo in questo senso costituirebbe un segnale decisivo di attenzione a questo territorio e metterebbe in parziale sicurezza tutte le ulteriori fasi di realizzazione dell’opera.

2) sbloccare l’iter relativo alla valutazione e autorizzazione ambientale del progetto Lungomare Nord, così come sollecitato formalmente dalla stessa RFI, soggetto attuatore del progetto, al Ministero dell’Ambiente.

3) velocizzare il percorso che porterà all’appalto lavori per la Strada Statale 16.

Abbiamo deciso, con gli altri membri del tavolo tecnico, di seguire tutti i passaggi relativi alla realizzazione dell’Uscita a Nord e delle altre opere funzionali al miglioramento della connessione porto-A14 – afferma il sindaco Valeria Mancinelli -. Non intendiamo fare richieste generiche ma vigilare e presidiare tutti i passaggi, in modo da sollecitare i soggetti competenti sull’esatto passo da compiere, il punto da sbloccare. Si tratta di iter molto complessi ma la città tutta è attenta e pronta a farsi sentire in ogni passaggio. Ci conforta l’apertura e l’impegno del presidente Conte e del Ministro De Micheli, ma non possiamo perdere altro tempo”.

Hanno sottoscritto il documento:

Autorità di Sistema Portuale del Medio Adriatico Centrale

Regione Marche

Provincia di Ancona

RFI

Camera di Commercio

Organizzazioni Sindacali: CGIL – CISL – UIL

Confindustria Marche Nord

Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media impresa

Confartigianato

Confcommercio

Confesercenti

Cluster portuale:

Associazione Agenti Marittimi, AMSEA – associazione spedizionieri autotrasportatori marchigiani, ANASPED – associazione nazionale spedizionieri doganali, Propeller, Imprese e

Operatori del porto, Gruppo Ormeggiatori Ancona, Piloti del Porto, Cantieri (Cantiere delle  Marche, Isa-Palumbo, Ferretti Group, Fincantieri).

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...