Il territorio delle due province di Ascoli e Fermo, premia l’ impegno e il lavoro della Uil Fpl

ASCOLI PICENO – In questa settimana si è votato per il rinnovo delle Rappresentanze sindacali unitarie (RSU) nei settori pubblici, una tre giorni impegnativa ed in casa UIL FPL si festeggia. Queste elezioni delle RSU rappresentano un appuntamento di straordinaria importanza, un fondamentale esercizio di democrazia sindacale, anche per misurare la rappresentatività del sindacato nei luoghi di lavoro.

Sono stati  circa 60.000 i lavoratori e le lavoratrici  chiamati al voto nelle Marche, su oltre 3 milioni a livello nazionale. Appartengono a tutti i settori del lavoro pubblico e della conoscenza: enti locali, ospedali e azienda sanitaria, ministeri, agenzie fiscali ed enti previdenziali, scuola, università, ricerca, istituti musicali e accademie.

Chiuse le operazioni di voto delle RSU e anche se non sono ancora noti tutti i risultati definitivi degli scrutini, emerge un primo dato evidente, il grande successo delle liste dei sindacati confederali che evita la frammentazione della rappresentanza a tutto vantaggio dei lavoratori. In questo percorso di valutazioni risulta in prima linea soddisfattissimo anche il neo segretario dei territori ricandenti nelle due province di Ascoli e Fermo, Paolo Ferdinando Sabatini per i risultati raggiunti dalle proprie liste delle UIL FPL, che si è voluto immediatamente complimentare con i componenti della nuova segreteria.

Complimenti anche “per tutti i candidati – afferma Sabatini – che a testa bassa si sono rimboccati le maniche e ci hanno messo anima e cuore in un momento difficile per i sindacati anche in relazione alla politica nazionale ed in particolare per la UIL FPL che fa da sola le sue battaglie, grazie all’impegno degli iscritti senza avere alle spalle strutture megagalattiche”.

Il risultato registrato a livello provinciale in particolare su Ascoli e Fermo a solo qualche mese dalla sua discesa in campo con l’elezione al Congresso Provinciale a Pedaso, rende il segretario Sabatini, più che orgoglioso. La sua UIL FPL è riuscita a mantenere il titolo di primo sindacato nella Amministrazione Provinciale di Ascoli Piceno aggiudicandosi 5 seggi, titolo indiscusso da decenni. Consensi raccolti da iscritti e simpatizzanti segno che la Uil è concretamente vicina a tutti. Prima tra gli altri sindacati presenti nelle liste anche nel Comune di Monsampolo del Tronto come “new entry” frutto di un ottimo lavoro svolto di recente e condiviso tra i candidati Uil ed il Segretario.

Riconfermati diversi seggi in altri Comuni delle due province ed è stato registrato un buon risultato anche nella Amministrazione Provinciale di Fermo “con l’aggiudicazione di due seggi in un terreno difficile, ma sul quale stiamo investendo e continueremo a farlo con impegno e dedizione. Sono stati raggiunti nuovi obiettivi – prosegue Sabatini – ora però è giunto il momento di mettersi al lavoro per correggere qualcosa visti anche gli esiti delle RSU nell’Asur 4 di Fermo. In quel contesto abbiamo notato una grossa crescita del Nursid e del Nursing up, segnale che vanno affrontate alcune problematiche per riportare la bussola verso la giusta direzione, con l’intento primario di tornare a dialogare con il personale che quotidianamente con grande senso di responsabilità malgrado tutto è costretto ad affrontare le situazioni più difficili cercando comunque di fornire dei servizi dignitosi ai cittadini. Siamo andati al voto dopo aver rinnovato i contratti nazionali riconquistando un potere contrattuale che ci era stato parzialmente sottratto. Potere che sarà in mano alle neoelette Rsu, un esercito di uomini e donne – conclude il segretario dellaUil – di lavoratori con doti di leaderscip che li vedremo impegnati a contribuire ad orientare anche il rinnovo contrattuale lavorando con professionalità e consapevolezza sindacale nei confronti delle diverse categorie”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...