Incontriamoci d’estate, la spiaggia di Senigallia ospita l’appuntamento con il gusto e la tradizione della Colazione marchigiana

SENIGALLIA – Il profumo di latte e caffè d’orzo riempirà la spiaggia di Senigallia domani, venerdì 9 agosto, a partire dalle ore 10, ai bagni Armando 98 (lungomare Dante Alighieri), per il primo appuntamento di “Incontriamoci d’estate”, incontri gratuiti promossi da Trevalli Cooperlat per far conoscere a marchigiani e turisti, il gusto e il racconto legati a grandi prodotti simbolo della regione Marche.

Sarà un’eccellenza “quotidiana”, il Latte Alta Qualità QM a regalare il sapore genuino della “Colazione Marchigiana”. Cerimonieri della mattinata saranno Paolo Cesaretti, brand manager di Trevalli Cooperlat e Gianfranco Scatolini, presidente della cooperativa Il Biroccio – Pane e Dolci (dal 1970 di Filottrano) a cui spetterà il compito di raccontare le ricette e i valori nutrizionali di tutto il buono che sarà servito ai bagnanti: paste del batte, biscotti con uvetta, paste con cacao e mandorle. A “sfornare” caffè sarà la ciclopica moka da 24 porzioni, usata per preparare il caffè d’orzo.

Protagonista assoluto sarà però il latte Alta Qualità QM (Qualità Marche), un prodotto 100% marchigiano. Confezionato entro 48 ore dalla mungitura, è sottoposto al solo processo di pastorizzazione tradizionale per conservare tutte le sue caratteristiche nutrizionali e il suo gusto naturale. È realizzato attraverso un modello produttivo che integra agricoltura e allevamento per ottenere qualità eccellente e sostenere un metodo di lavoro capace di valorizzare il territorio.

Si prosegue poi martedì 13 agosto, ore 17, ai Bagni Sandra 32 (Lungomare Mameli di Senigallia) con la degustazione di Mozzarella STG – Specialità Tradizionale Garantita, prodotto fresco a pasta filata realizzato con latte vaccino selezionato 100% Italiano nell’area dei Monti Sibillini; si conclude martedì 20 agosto, sempre alle 17, ancora una volta ai Bagni Sandra che ospiteranno la degustazione e il racconto della storia e del gusto della Casciotta d’Urbino Dop, la prima Denominaziona casearia d’Italia che cela, nel suo passato, una appassionata storia d’amore tra Michelangelo Buonarroti e il cacio che a lui veniva spedito a Roma dal suo fido domestico Francesco Amadori detto “l’Urbino”. Le degustazioni casearie del 13 e 20 agosto saranno guidate dal sommelier ed enogastronomo Sauro Boria.

Incontriamoci d’estate, il modo coinvolgente – e goloso – per recuperare la tradizione.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...