Iniziata la raccolta di firme per salvare la Curva Sud del vecchio stadio Ballarin


SAN BENEDETTO – Ha preso il via questa sera presso il campo Vit di via Dari la raccolta di firme per il progetto Salviamo la Curva Sud del vecchio Ballarin. “La storia non va demolita” questo il leit motive dell’ incontro organizzato dal Comitato Il Ballarin e La Fossa dei Leoni che comprende la curva Nord Massimo Cioffi, l’associazione degli Ex Rossoblù e l’associazione Noi Samb.

Alla petizione si potrà aderire anche domani allo stadio Riviera delle Palme dove saranno presenti dei banchi dove poterla firmare. Poi si proseguirà in città in alcuni luoghi che gli organizzatori comunicheranno successivamente.

“Il progetto per il Ballarin -dicono il portavoce del comitato Michele Palmiero e l’ex rossoblù dei tempi erorici della Samb Maurizio Simonato- lo presentammo in un’assemblea pubblica che tenemmo al PalaSpeca. Poi abbiamo avuto anche un incontro con l’allora sindaco Pasqualino Piunti. Il summit si focalizzò su tre punti per noi imprescindibili  per la riqualificazione dell’area del vecchio Ballarin. Innanzitutto la destinazione a verde sportivo, poi il mantenimento e la riqualificazione della tribuna ovest (poi avvenuta) ed infine la viabilità in doppia corsia sul lato est., A questi punti poi abbiamo aggiunto l’intoccabilità della gradinata sud, da sempre punto di riferimento della città».

L’elaborato, realizzato da Cristiano Silvestri prevede un rettangolo verde a uso sportivo con fondo sintetico, che possa essere utilizzato, previo adeguata copertura anche per spettacoli, eventi, manifestazioni pubbliche e ogni uso a vantaggio della cittadinanza, l’abbattimento della gradinata nord e dei vecchi distinti, la creazione di una piccola struttura con la copertura “a onda” dove prevedere locali per spogliatoi, sedi associative, punto di ristoro e similari, in modo da donare alla città un parco vivibile tutto il giorno e tutto l’anno.

A febbraio c’è stato un summit tra le organizzazioni patrocinanti questo progetto il sindaco Spazzafumo e l’assessore Bruno Gabrielli. “In questa occasione -spiegano Palmiero e Simonato-  ci hanno prospettato l’idea di indire un concorso di idee. Ma mancherebbero i tempi tecnici, visto che i fondi già reperiti dalla precedente amministrazione devono essere utilizzati in tempi troppo brevi per questa idea. Inoltre, ci sarebbe da parte loro la volontà di abbattere la gradinata sud, cosa alla quale noi siamo fermamente contrari, anche perchè nei locali che erano stati utilizzati dalla Croce Verde potrebbero diventare dei contenitori culturali, sociali e di aggregazione, oltre a diventare spazi importanti da mettere a disposizione dei quartieri. Inoltre, un recente studio ha detto che un restauro e una riqualificazione della gradinata sud sono possibili».

L’amministrazione comunale però è sul punto di affidare all’ archistar  Guido Canali il compito di redigere un progetto per la riqualificazione della zona. Una volta ufficializzato l’incarico il noto professionista verrà a San Benedetto per un sopralluogo.

“Con Canali -sono sempre Pallmierto e Simonato che parlano- cvorremmo essere propositivi e poter dire la nostra. Il Ballarin non rappresenta è un tappo urbanistico, anche perchè  alle sue spalle sorgono palazzine abbandonate e altre in costruzione. Non vogliamo fare uno stadio nuovo, ma sarebbe bello poter dare alla Samb e alle squadre cittadine uno nuovo spazio per gli allenamenti e per le loro attività agonistiche».

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...