Iniziati i rilievi tecnico-scientifici in merito alla tragedia della piattaforma Eni Barbara F

ANCONA – Nel pomeriggio di ieri il Consulente Tecnico d’Ufficio (CTU) nominato dall’Autorità Giudiziaria ha esperito, insieme ai tecnici della Guardia Costiera, rilievi tecnico scientifici a bordo del Supply Vessel ALINE B, necessari per il proseguo delle indagini tese ad accertare le dinamiche dell’incidente verificatosi sulla piattaforma Eni Brabara F che ha causato la morte del gruista Egidio Benedetto.

Questa mattina alle ore 7.30 hanno avuto inizio, a circa 13 miglia al largo del comune di Senigallia ed a una profondità del mare di circa 35 metri, le operazioni di imbragatura del braccio della gru rimasta incastrata sotto la chiglia del Supply Vessel ALINE B, a mezzo di ROV e sommozzatori.

Alle ore 11.30, il braccio della gru ed il relativo cavo di tenuta, sono stati agganciati dai mezzi di sollevamento della Nave MAMTA della società MICOOPERI, la quale farà rotta verso fondali più bassi al fine di facilitare il completo recupero a bordo di tutto il materiale.

Alle ore 12.00 il Supply Vessel ALINE B, effettuati positivamente i test di navigabilità ed ai motori principali, ha iniziato la navigazione verso il porto di Ancona con a bordo la bombola di azoto caduta dalla piattaforma, dove giungerà presumibilmente intorno alle ore 13.30 circa.

Foto gentilmente concesse dalla Guardia Costiera di Ancona

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...