Insediato al Ministero il Comitato Nazionale per le Celebrazioni del Bicentenario de “L’Infinito”

RECANATI – Il Comitato Nazionale per le Celebrazioni del Bicentenario de “L’Infinito” la celebre poesia di Giacomo Leopardi, (1819) si è insediato, con una grande cerimonia, nella sede della direzione generale degli Istituti di Cultura e Biblioteche del Ministero dei Beni e Attività Culturali.

Presieduto da Giuseppe Balboni Acqua Ambasciatore d’Italia, nel Comitato sono presenti: Angela Barbieri tesoriere del Comitato e responsabile dei servizi finanziari del Comune di Recanati, Fabio Corvatta Presidente del Centro Studi Leopardiani,  Moreno Pieroni Assessore alla Cultura Regione Marche, Rita Soccio, Assessore alla Cultura Comune di Recanati,  Fabiana Cacciapuoti leopardista, esperta dell’autografia leopardiana Biblioteca Nazionale di Napoli, Laura Melosi titolare della Cattedra Leopardi Università di Macerata, Alberto Folin studioso e professore universitario, Domenico Guzzini, Presidente dell’Associazione “Paesaggio delle eccellenze” e Ermanno Beccacece Direttore dell’Istituto Musicale Beniamino Gigli.

“Il Comitato Nazionale per il Bicentenario de “L’Infinito” nasce qualche anno fa  da  un’ idea dalla contessa  Olimpia Leopardi che ho fin da subito condiviso ” – ha dichiarato   Fabio Corvatta, Presidente del Centro Studi Leopardiani –  “dopo il parere favorevole delle Commissioni Cultura di Camera e Senato, il Comitato è stato accolto e ufficializzato con decreto parlamentare dal Ministro Bonisoli, quale primo Comitato nato in Italia  per la divulgazione di un’opera poetica.”

Per la seconda volta, nella storia dell’Italia Repubblicana, compare la celebrazione di Giacomo Leopardi negli atti parlamentari, la prima lo ricordiamo  fu per il Bicentenario della nascita del Poeta. A partire da quest’anno, con i grandi eventi e le esposizioni  già in atto a Recanati  e a Napoli con la nuova mostra aperta la scorsa settimana,  “Il corpo dell’idea – Immaginazione e linguaggio in Vico e Leopardi” a cura di Fabiana Cacciapuoti, dove è esposto l’autografo de “L’Infinito” del 1819, per i prossimi tre anni il Comitato programmerà una serie di iniziative nazionali ed internazionali per celebrare questo prestigioso anniversario e diffondere la poesia di Giacomo Leopardi come strumento etico di forza e di passione per unire popoli e nazioni.

Gli eventi del  Comitato coinvolgeranno, in Italia, le maggiori istituzioni culturali e  le  città Leopardiane: Recanati, Roma, Bologna, Milano, Pisa, Firenze e Napoli, nel mondo,  le Ambasciate e gli Istituti di Cultura Italiani per favorire la comunicazione tra i popoli all’insegna del messaggio dell’importante poesia.

Tra le iniziative internazionali,   oltre all’ organizzazione di  convegni, mostre  ed eventi, anche un concorso per l’individuazione delle migliori traduzioni de “L’Infinito” nelle varie lingue del mondo che sarà oggetto di una prestigiosa pubblicazione.

 

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...