Concorso di Poesia

Interviste del dopo gara. Parla l’avv. Gianni: “Ci prendiamo questo punto e plaudiamo i nostri giovani”

SAN BENEDETTO – Nella sala stampa degli Atleti Azzurri d’Italia si presenta solo il diggi rossoblù Andrea Gianni. “Non si tratta di un silenzio stampa ma sono venuto io -dice ai microfoni del sito ufficiale della Samb- perchè la squadra è attesa da tante ore di pullman e quindi abbiamo preferito che riparta il più velocemente possibile”. Il direttore generale rossoblù, analizza, poi, la gara con l’Albinoleffe. “Sicuramente abbiamo giocato meglio il secondo tempo ma bisogna dare atto ai nostri giovani di avere disputato una buona partita. Oggi avevamo in campo tanti under e forse nella prima frazione di gioco abbiamo pagato più del dovuto , ma non rischiando più di tanto. Nella ripresa siamo usciti fuori sfiorando il vantaggio. C’è mancato qualcosa , il gol. Ma vedo il bichcieri mezzo pieno perchè in campo avevamo tantissimi under”.

Ma la Samb è Mancuso dipendente? “Non credo -risponde l’avv. Gianni- che una squadra possa dipendere da un solo calciatore. Certo Mancudo è il capocannoniere di tutta la Lega Pro. E questo fatto vuole dire sicuramente qualcosa. Ma no dimentichiamoci che ci mancavano anche Bacinovic e Mori. Non penso, poi, che il sesto posto si sia allontanato anche perchè mancano ancora quattro partite. Stiamo rispettando i pronostici della vigilia, quando Andrea Fedeli aveva detto che questa Samb era da settimo posto e stiamo centrando l’obiettivo”.

Il pesniero dell’ avv. Gianni va poi al presidente Franco Fedeli. “L’ho sentito telefonicamente -afferma- ha visto la partita in televisione ed era un po’ deluso soprattutto nel primo tempo anche perchè dalla squadra vuole sempre il massimo. Poi al fishcio finale era più tranquillo. Al di la di tutto -conclude il diggi rossoblù- ci prendiamo questo punto e facciamo un plauso ai nostri giovani”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento