Intitolata una via ad Enrico Mattei nella zona industriale di Ascoli Piceno

ASCOLI PICENO – Anche Ascoli Piceno avrà una via intitolata a Enrico Mattei, l’ingegnere marchigiano fondatore e primo presidente dell’ENI (Ente Nazionale Idrocarburi), protagonista del boom economico italiano degli Anni 50 e figura che ha dato peso e reputazione all’Italia nel mondo.

La strada interessata è l’attuale Via del Fornaio, nella zona industriale Campolungo dove è presente lo stabilimento produttivo di Finproject, gruppo leader nella produzione di materiali plastici speciali nota in tutto il mondo per XL EXTRALIGHT®– materiale espanso ultraleggero alla base di prodotti di successo globale.

L’iniziativa è stata promossa proprio dall’azienda e ha riscosso il favore della commissione toponomastica e della giunta comunale di Ascoli Piceno presieduta dal sindaco Guido Castelli, che ha presenziato alla cerimonia ufficiale assieme ai vertici del Gruppo marchigiano testimoniando la vicinanza di tutta la comunità locale.

Enrico Mattei è un personaggio chiave nel panorama politico, economico e culturale italiano del secondo dopoguerra che ha cambiato radicalmente la storia del nostro Paese attraverso il suo sguardo verso il futuro e la continua ricerca dell’innovazione e della sperimentazione – afferma Maurizio Vecchiola, Amministratore Delegato di Finproject – Questa iniziativa rappresenta per noi un importante momento per dare uno stimolo all’intera industria del territorio perché insegua sempre più la visione e l’ambizione al successo nel nome di colui che è unanimemente considerato il marchigiano più illustre del Novecento”.

“Intitolare una via della città al marchigiano Enrico Mattei è un gesto che l’Amministrazione comunale ha ritenuto doveroso per tenere vivo il ricordo di un uomo che con i suoi valori ha contribuito, ancor prima che allo sviluppo industriale ed economico del Paese, al consolidamento”, dichiara l’avvocato Guido Castelli, sindaco di Ascoli Piceno.

Questa iniziativa è l’ultima di una serie di progetti che ha visto collaborare il Comune di Ascoli Piceno e Gruppo Finproject. Tra tutti si segnala la bonifica di una discarica abusiva all’incrocio tra via Palude e via del Fornaio, simbolo di degrado urbano e minaccia per i cittadini, a causa della presenza di amianto e di altre sostanze nocive per la salute pubblica e l’ambiente. Contestualmente l’azienda si è anche impegnata anche ad allestire la relativa illuminazione e rendere verde l’area.

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...