Istituto musicale “Nelio Biondi” di Camerino: al via l’anno scolastico 2022/2023 e 46° anno di attività


CAMERINO – Fra pochi giorni all’Istituto musicale “Nelio Biondi” di Camerino prenderà il via l’anno scolastico 2022/2023, il 46° ininterrotto di attività.

Nel 1976 il m° Nelio Biondi, musicista camerte, istituiva il nuovo Liceo Musicale che molti ricorderanno svolgeva le proprie attività nel foyer del teatro Filippo Marchetti, all’epoca chiuso in attesa di restauro: due ampi saloni e un’aula più piccola accoglievano le lezioni di pianoforte e di qualche strumento a fiato, insegnato dal prof. Giorgio Caroni.

Qualche anno più tardi anche un giovanissimo Vincenzo Correnti iniziava a dare qualche lezione di solfeggio, su invito dello stesso maestro Biondi. Nel 1985, dopo la scomparsa del m° Biondi, il m° Vincenzo Correnti, che nel frattempo aveva avuto l’incarico dal Comune di Camerino di insegnante del corso bandistico e di direttore della Banda musicale “Città di Camerino”, continuava a portare avanti l’attività del Liceo Musicale aprendo nuovi corsi.

Intanto erano partiti i lavori di restauro del teatro Marchetti, per cui bisognava trovare una nuova sede dove svolgere le varie attività e il m° Vincenzo Correnti chiese ospitalità alla scuola media Allevi presso il seminario minore diocesano e subito, con l’aiuto di don Mario Scuppa e di alcuni appassionati di musica, fondò l’Associazione Liceo Musicale, che qualche anno dopo si trasformerà in Associazione Istituto musicale “Nelio Biondi”, che offrì fin da subito una regolare attività didattica e una importante offerta formativa.

Gli allievi non erano più solo della città di Camerino, ma iniziavano ad arrivare anche dai comuni limitrofi; molti studenti portavano a termine i propri studi musicali conseguendo il diploma finale presso vari conservatori (Fermo, Pesaro, Pescara, Perugia) come privatisti e oggi alcuni di loro sono docenti proprio in quell’Istituto musicale camerte che li ha visti crescere.

Nel 2015 nasce una nuova associazione, “Adesso Musica”, che unisce l’Istituto musicale “Nelio Biondi” e la Banda musicale “Città di Camerino”. La direzione artistica è affidata al M° Vincenzo Correnti, che dal 1982 dirige anche la banda musicale, mentre presidente della nuova associazione diventa Gilberto Spurio.

L’Amministrazione comunale concede all’istituzione musicale camerte, che in questi anni è cresciuta notevolmente sia nei numeri che nelle attività proposte, il “Palazzo della Musica” (ex istituto Antinori), edificio posto all’interno della città che viene inaugurato il 25 aprile 2015 e subito diventa un punto di riferimento nel panorama non solo territoriale, ma anche internazionale, poiché all’interno del medesimo palazzo trova ospitalità anche l’Accademia Italiana del Clarinetto che subito propone e organizza un grandissimo evento, “Il festival europeo del clarinetto”, che porta a Camerino tantissimi clarinettisti provenienti da tutto il mondo.

Purtroppo solo dopo un anno e mezzo circa dalla sua apertura gli eventi sismici del 2016 sconvolgono tutto, compresi i tanti progetti in cantiere. Il Palazzo subisce gravi danni e crolli che fortunatamente risparmiano gli allievi e gli ospiti che al momento della scossa si trovavano all’interno della struttura.

Solo dopo neanche un mese da questo devastante terremoto, l’Istituto musicale è di nuovo attivo grazie alla disponibilità dell’I.P.S.I.A. “Gilberto Ercoli” di Camerino che mette a disposizione le sua aule per accogliere tutte le attività didattiche dell’istituto favorendo così, in un periodo molto difficile, la continuità nello studio di uno strumento agli allievi (anche se molti ragazzi sono costretti ad abbandonare questo territorio e dunque abbandonare la musica perché le loro famiglie si trasferiscono a vivere altrove). La musica in tali difficili mesi ha rappresentato anche un momento di aggregazione e socializzazione, una cura contro la paura che per mesi e mesi ha tenuto sotto scacco tante persone rimaste senza casa e completamente disorientate.

Nasce proprio in questo periodo l’hastag #ilsismanonfermeràlamusica che accompagna tutte le iniziative di solidarietà e iniziano ad arrivare da parte di amici, scuole di musica, bande musicali e altre realtà che operano nel settore, donazioni per aiutare l’associazione “Adesso Musica” a ricostruire una nuova sede.

Iniziano anche dei primi contatti con l’ABF Foundation la quale, dopo aver visto e apprezzato tutte le varie attività che l’associazione aveva fino ad allora realizzato e promosso e visto le condizioni di una città devastata dal terremoto, decide di aiutare l’istituzione e quindi donare a Camerino e al suo territorio una nuova e moderna struttura. Questa dovrà essere gestita dall’associazione “Adesso Musica” che a sua volta devolve alla ABF e al progetto della nuova accademia tutte le donazioni fino ad allora ricevute.

La nuova accademia della musica, intitolata a Franco Correli, viene realizzata dalle maestranze dell’ABF in meno 150 giorni e viene inaugurata il 2 ottobre 2020 con una grande festa a cui partecipa Andrea Bocelli e tanti artisti famosi.

L’Accademia è gestita dall’associazione Adesso Musica e ospita tutte le attività dell’Istituto musicale “Nelio Biondi”, della banda/orchestra di fiati “Città di Camerino” e i nuovi progetti di perfezionamento in collaborazione con la stessa ABF Foundation.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...