Italia-Serbia Under 19 al Riviera. Il c.t. Baronio: “Un test importante per il futuro”

SAN BENEDETTO – Il Riviera delle Palme torna a tingersi d’azzurro. Domani pomeriggio importante test amichevole della Nazionale Under 19 diretta da Roberto Baronio che se la vedrà con la Serbia. Entrambe le squadre sono qualificate per il secondo turno degli Europei che inizierà a marzo con l’ Italia impegna con Eire, Belgio e Svezia. Fischio d’inizio alle ore 14.30 con ingresso gratuito esclusivamente in tribuna centrale e laterale.

“Ringrazio a nome della Figic –dice l’ex difensore dell’ Inter Massimo Paganin, oggi capo delegazione dell’ Under 19- il comune di San Benedetto e la Sambenedettese calcio per l’ospitalità. Torniamo a giocare in una città  importante a livello calcistico e che ha dimostrato di avere passione ed amore verso i colori nazionali. Sarà una partita importante in vista dei prossimi test di marzo ma anche per avere un metro di paragone con le altre formazioni in gara nell’ Europeo”.

“La Nazionale –aggiunge il sindaco Pasqualino Piunti- inizia ad essere di casa a San Benedetto. Ad agosto abbiamo ospitato l’Under 21 e domani sarà la volta dell’ under 19. Massimo Paganin e Roberto Baronio sono personaggi importanti del mondo del calcio e credo che la collaborazione con la Figc non finirà con questa partita”.

“Qualche giorno fa –è l’assessore allo sport Pierluigi Tassotti che parla- ci siamo incontrati con il presidente della Figc Carlo Tavecchio. A lui abbiamo esposto la nostra piena disponibilità  a mettere a disposizione San Benedetto sia per il calcio che per il beach soccer.  Siamo pronti, insieme alla Samb con cui abbiamo un proficuo rapporto di collaborazione a rispondere presente ad ogni chiamata della federazione”.

La Samb era rappresentata dal diggi avv. Andrea Gianni. “Come società –afferma- siamo onorati di ospitare di nuovo la Nazionale. Siamo molto attaccati alla maglia azzurra e mi auguro che anche il pubblico risponda bene a questa amichevole. Ringrazio inoltre il presidente Tavecchio che ha elogiato la Samb per la piena disponibilità data a questi eventi importanti”.

Per quanto riguarda, invece, il lato squisitamente tecnico la parola passa al c.t. Roberto Baronio. “Siamo –analizza- in una città importante che ha respirato e respira aria di calcio importante. A livello giovanile, la Serbia è sempre stata una fucina di talenti. Stiamo monitorando tanti ragazzi perché a marzo vogliamo continuare la nostra corsa nell’ Europeo di categoria. L’area scouting, diretta da Mauro Sandreani, sta facendo un grandissimo lavoro. Stiamo costruendo un buon gruppo in cui abbiamo inserito anche tanti ’99. Il match con la Serbia rappresenta per noi una tappa molto importante”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...

Lascia un commento