La collezione “Cristiano Torricelli”, marchio in licenza alla start up “Do Quality al Mipel di Milano


MILANO – La collezione “Cristiano Torricelli”, marchio in licenza alla start up “Do Quality”, sarà presente alla 122a edizione di Mipel, dal 18 al 20 settembre prossimo. I capi della nuova collezione saranno esposti presso lo Stand T11, Hall 1 della sezione “Scenario”, una scelta significativa fatta dal Comitato Moda Mipel.

“Esporremo in un’area che descrive al meglio la nostra attività – ha dichiarato il designer Cristiano Torricelli – perché “Scenario” è la zona di Mipel in cui sono presenti aziende e brand che producono accessori moda moderni, realizzati con tecniche innovative ed è la sfida che cerchiamo di vincere ogni giorno, coniugando artigianalità, tecnologia e idee, il mix capace di creare unicità nello stile, perché se la moda è di tutti, lo stile deve invece rispecchiare interpretazioni personali. Quest’anno, da Venezia a Parigi, passando per New York dove i nostri capi hanno recentemente sfilato alla Fashion Week, è sempre stata riconosciuta l’esclusività delle nostre creazioni, molti visitatori ci hanno chiesto di indossarli”.

A Milano, “Cristiano Torricelli” presenterà giacche e borse che sono frutto di alcune delle possibili combinazioni, realizzate realmente solo dopo essere stati acquistate, utilizzando materie prime e pellami pregiati già disponibili in magazzino, evitando gli sprechi”.

Per il designer Cristiano Torricelli la sostenibilità è supportata anche dall’utilizzo dell’innovazione tecnologica. Infatti, una delle tecniche utilizzate dall’azienda è coperta da brevetto, viene effettuata su vera pelle con una lavorazione CTRust™  di vera ruggine ossidata e neutralizzata,  lavorata manualmente, con aerografo, pennello, sul tagliato e a capo finito.

Ogni capo del marchio Cristiano Torricelli è unico e personalizzabile, tramite un configuratore on line a cui si accede dal sito cristianotorricelli.com. Il cliente entra nello store on line e costruisce il proprio capo esclusivo, scegliendo il modello e via via le varie lavorazioni.

Un ulteriore elemento di novità è legato ai “Non-fungible token”, meglio noti con l’acronimo NFT. I capi unici della collezione “Cristiano Torricelli” verranno legati ad NFTs unici autenticati con tecnologia Blockchain. I capi hanno etichette NFC che, attivate da uno smartphone, si connettono al portale cristianotorricelli.com, dove si possono leggere tutte le specifiche tecniche del capo e visualizzare l’opera di Digitar Art e NFT associata, la quale  certifica l’autentica del capo e dell’opera associata: l’NFT sarà ceduto all’acquirente che potrà indossarlo nel Metaverso.  Tutte le opere Art-NFTs sono inserite nelle sezione Art NFTs del medesimo portale.

Do Quality, la start up licenziataria del brand “Cristiano Torricelli”, è una società di San Benedetto del Tronto che ha  lo scopo di formare giovani designer e makers e dar loro la possibilità di esprimersi, lavorando direttamente su progetti destinati alla moda del lusso, con una forte componente digitale e green. Un vero e proprio laboratorio creativo a servizio delle imprese per l’ideazione di modelli, la progettazione e la realizzazione di stampe e decorazioni artigianali per abbigliamento, calzature e pelletteria.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...