La mafia non esiste al Teatro Cicconi di Sant’Elpidio a Mare

SANT’ELPIDIO A MARE – La mafia sta diventando sempre più un sistema economico integrato, grazie al suo sempre più diffuso e stabile insediamento nei territori delle regioni più ricche del Nord Italia e alla sua penetrazione in settori economici prima sconosciuti, dalle “ecomafie” alle “agromafie”, fino alle varie e più fantasiose forme di riciclaggio, senza dimenticare le forme più tradizionali, come il racket e gli appalti.
Purtroppo la maggioranza delle persone che crede che il problema riguardi sempre e solo il proprio vicino. In realtà nella stessa Regione Marche sono stati confiscati dei beni alla mafia: segno che qualcosa sta scricchiolando.
Con lo spettacolo “La mafia non esiste” che andrà in scena domenica 13 marzo alle ore 17.00, presso il Teatro Cicconi, il Gruppo Fuoritempo e il gruppo musicale Nineteen Fourth intendono proporre una serata di impegno-musica-teatro. Attraverso interventi musicali e scene teatrali, lo spettacolo presenta la storia della mafia in Italia.
Lo scopo dell’iniziativa è di far comprendere che la lotta alla mafia non passa solamente attraverso la lotta alla criminalità ma che, trattandosi principalmente di un intreccio economico-politico, perché la si possa vincere è necessario creare una cultura antimafia soprattutto tra i cittadini. All’interno della serata è previsto l’intervento di Umberto Monti, Procuratore di Ascoli Piceno.
L’iniziativa è realizzata con il patrocinio dell’amministrazione comunale in collaborazione con il Tavolo della legalità di Fermo. Inoltre, si tratta di un appuntamento che rientra nell’ambito della rassegna “La primavera della legalità”. L’ingresso è gratuito con prenotazione al numero 320.8105996 dalle 10.00 alle 20.00 dal venerdì al sabato.
“La città di Sant’Elpidio a Mare ospita un incontro pensato per invitare a riflettere su una realtà che ci appare sempre tanto lontana ma che, a ben guardare, tanto lontana non è – dice il sindaco, Alessio Terrenzi – e l’invito a partecipare non è esteso solo a rappresentanti istituzionali del territorio ma anche ai nostri giovani che sono la nostra speranza per un futuro diverso nonché tutta la cittadinanza”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...