La qualità tutela chi produce e chi consuma: successo del forum della Cna Ascoli Piceno e Fermo

ASCOLI PICENO – Aula magna del Its “Ulpiani” gremita per il convegno Cna che ha affrontato tematiche importanti del settore alimentare. I presidenti della Cna di Fermo Paolo Silenzi, e della Cna di Ascoli Luigi Passaretti, nell’evidenziare l’importanza che ha avuto l’incontro puntano sul valore di impresa e formazione dei giovani.

“La nostra associazione – ha affermato Silenzi – è tra i soci costitutori dell’Its, che sosteniamo da sempre, sia con la creazione di corsi ad hoc sia mettendo in campo le imprese per i progetti di alternanza scuola-lavoro. Il lavoro di sensibilizzazione delle aziende da questo punto di vista è fondamentale, ed è il perno di questa attività”. “Formazione continua e attenzione alle specificità del territorio – ha aggiunto Passaretti – per un’azione dell’Associazione che sia veramente n grado di formare le nuove leve dell’innovazione e del ricambio generazione nelle piccole imprese”.

Tipicità, etichettatura, tutela del Made in Italy sia per chi produce che per chi consuma. E’ stato questo nel dettaglio il tema del convegno nell’aula magna dell’istituto Celso Ulpiani. Il programma dei lavori: (Saluti) Gino Sabatini, presidente della Camera di commercio delle Marche; Luigi Passaretti, presidente della Cna territoriale di Ascoli Piceno; Paolo Silenzi, presidente della Cna territoriale di Fermo; Francesca Petrini, presidente di Cna Agroalimentare Marche; Maria Luisa Bachetti, dirigente Istituto tecnico agrario Ulpiani; Lindo Nepi, referente corso Its agroalimentare. (Interventi) Gabriele Rotini, responsabile Cna nazionale Agroalimentare: Principi di etichettatura e valorizzazione del made in Italy; Maria Laura Bracalente, Cna Work: Principi di legislatura alimentare.

La chiusura del convegno è stata allietata da un apericena curato dagli allievi dell’Istituto alberghiero Celso Ulpiani seguiti dal corpo docente.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...