La Samb a Bergamo in piena emergenza, senza Mancuso, Mori e Bacinovic. Clamoroso, l’Ancona vince a Parma

SAN BENEDETTO – A Bergamo senza Mancuso, Mori e Bacinovic. Un gara importante in prospettiva play off contro una diretta concorrente, anche in virtù dei risultati di questo pomeriggio. Il Gubbio, infatti, ha sconfitto il Mantova per 3-2 grazie alle reti di Ferri Marini, Valagussa e Zanchi portandosi così a quattro le lunghezze di vantaggio sull’ undici di Stefano Sanderra che, squalificato, a Bergamo sarà sostituito in panchina dal fratello Luca. Una gara difficile con i lombardi dell’ ex Max Loviso che, vincendo, hanno l’opportunità di ridurre lo svantaggio dai rossoblù portandosi ad un punto. Ma se la Samb vuole puntare al sesto posto non può perdere ulteriore terreno dal Gubbio.

L’assenza di Mancuso, Mori e Bacinovic sono di rilievo. Il bomber lombardo, con le sue venti reti all’ attivo, ha tenuto in alto la Samb. Mori, di partita in partita si è dimostrato l’unico centrale di sicura affidabilità, con Bacinovic che recuperata la forma migliore sta iniziando a fare girare la squadra a suo piacimento. Insomma Sanderra si trova a gestire una situazione di piena emergenza. Sotto il profilo difensivo, dovrebbe essere Radi a fare coppia con Mattia al centro. Mercoledì scorso con il Lumezzane, dopo l’infortunio di Mori, il tecnico rossoblù ha preferito Di Pasquale all’ ex Ancona. Ma un conto è giocare con i bresciani, un altro contro l’Albinoleffe che possiede uno spessore tecnico-tattico decisamente superiore.

Scontata, invece, la scelta a centrocampo. Con Damonte davanti la difesa e Lulli e Sabatino di supporto. Rebus in avanti, con l’unico certo di una maglia da titolare è Sorrentino. Possibile un turno di riposo per Di Massimo. E quindi ci potrebbe essere spazio per Vallocchia e forse anche per Agodirin. A meno che Sanderra non opti per un accorto 4-4-2 con Damonte e Sabatino in mezzo, Lulli a sinistra e Vallocchia a destra, con Di Massimo in appoggio a Sorrentino.

Tutte ipotesi anche perché, perdura il silenzio stampa in casa rossoblù con Sanderra che non ha incontrato i giornalisti al termine della classica seduta di rifinitura. E quindi solo domani alle 20.30, al Fratelli d’ Italia di Bergamo, si saprà quale formazione affronterà l’ Albinoleffe.

E’ stata comunque una domenica ricca di soprese. La ppiù clamorosa, il successo della derelitta Ancona a Parma per 2-0 con reti di Frediani e Del Sante. E domani sera il Padova, impegnato nel derby veneto con il Venezia all’ Euganeo, vincendo potrebbe accorciare le distanze dagli emiliani. In chiave salvezza, importante successo del Modena di Eziolino Capuano sul Santarcangelo, mentre il Fano si arrendo per 3-2 al Pordenone. Colpo gobbo della Macerate a forlì (3-2 per i ragazzi di Giunti), mentre la Reggiana ha violato il Bonolis di Teramo.

foto di Alberto Cicchini

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento